La famiglia Loca: è musica!

La Famiglia Loca. Repertorio tutto rigorosamente italiano, perchè siamo convinti che in Italia abbiamo avuto e abbiamo degli ottimi compositori, autori e interpreti. I repertori classici di Gaber, Battiato, Dalla, Martino e quelli di nuova generazione, Caputo, Capossella, Neffa, Mannarino, non hanno niente da invidiare ai classici americani o brasiliani, ma soprattutto danno la possibilità all’ascoltatore di capire il significato delle parole. E in quest’aria che ci muoviamo, riinterpretando i classici o come spesso accade arrangiandoli in modo diverso da come si è stati abituati ad ascoltarli.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Incontriamo una nuova band musicale ...con un leader molfettese

Come si chiama il vostro gruppo? perchè avete deciso di chiamare il gruppo così? di chi è stata l' idea?

La Famiglia Loca, l'idea è partita dal nostro chitarrista Mario Petronzi, che inizialmente aveva proposto "Bossa loca", un nome che ci stava bene solo a metà, la parte "loca", quella meno seria, mentre quella seria "bossa" l'abbiamo tolta e abbiamo optato per "la Famiglia" che ci sembrava più adatta alle nostre facce, al nostro modo di essere, alla nostra stranezza, al nostro modo di prenderci in giro, e di non prendere sul serio tutto, ma di sorridere alla musica.

Un molfettese capobanda... Quali sono i tuoi punti di riferimento ?

Ebbene si, un molfettese, Nico Spadavecchia, in mezzo a tre stranieri. I miei riferimenti musicali/artistici potrebbero essere tanti e potrebbero attraversare diversi generi e generazioni, dal funky al jazz come Earth Wind & fire e Stevie Wonder, Frank Sinatra e Tom Jobim, al pop al cantautorale di, Sergio Caputo, Dalla e Gaber, ai giovani, Neffa, Mannarino. Insomma tutto purchè sia musica di qualità.

Cosa ti ha spinto a fare il cantante?

Si può dire che canto da sempre, prima, da piccolo, davanti allo specchio di casa mia, poi da grande davanti agli occhi della gente. Ecco sono proprio quegli occhi che mi anno spinto a cantare. Il sol pensiero che qualcuno possa ascoltare i tuoi suoni, le tue parole, le tue emozioni, le tue gioie e possa condividerle è magnifico.

Quali sono i lati positivi nell'essere cantante?

ll lato positivo di un cantante e quello della classica ciliegina sulla torta. Una band è fatta da diversi componenti, i musicisti cercano di dare il meglio delle proprie capacità e qualità, creando il giusto sound che metta il cantante nelle condizioni di poter esprimere al meglio la propria voce e se tutto questo funziona, i meriti vanno tutti al cantante ( ah ah ah …)

E quelli negativi?

Il lato negativo è che se tutto questo non funziona, la colpa è sempre del cantante, senza sapere se un musicista ha suonato bene o meno.

Forse una delle domande più classiche, come nasce la vostra musica ? In che luoghi ? Immersi in quale ambiente ?

La nostra musica nasce dall'esigenza di fare della buona musica. Viviamo un periodo storico, musicalmente parlando, un po' strano. La maggior parte dei musicisti e cantanti sono tutti impegnati nell'emulare grandi artisti, e questo ci stà e falsi divi televisivi. Vogliamo dare una svolta, vogliamo cantare fuori dal coro, vogliamo creare, interpretare, emozionare, vogliamo dare un po' di noi stessi, non vogliamo sentirci dei cinesi della musica, da qui la voglia di scovare nel repertorio italiano, dei brani che possano evidenziare tutte queste caratteristiche.

Repertorio italiano infatti, tutto rigorosamente italiano, perchè siamo convinti che in Italia abbiamo avuto e abbiamo degli ottimi compositori, autori e interpreti. I repertori classici di Gaber, Battiato, Dalla, Martino e quelli di nuova generazione, Caputo, Capossella, Neffa, Mannarino, non hanno niente da invidiare ai classici americani o brasiliani, ma soprattutto danno la possibilità all'ascoltatore di capire il significato delle parole. E in quest'aria che ci muoviamo, riinterpretando i classici o come spesso accade arrangiandoli in modo diverso da come si è stati abituati ad ascoltarli.

Come definireste la vostra musica?

Quindi secondo il nostro motto: "Canzoni raffinate con un pizzico di follia."

Far musica è anche un sinonimo di comunicare. Personalmente apprezzo coloro che comunicano in modo libero. Una domanda un po' insolita. Se potesse trasmettere un brano libero a reti unificate, in tutto il mondo, per una sola volta, quale scegliereste ?

Volare ( nel blu dipinto di blu ), è la canzone Italiana più conosciuta al mondo ma soprattutto vede come autore il grande Domenico Modugno che è un pugliese.

Che ruolo ha la musica nella vostra vita ?

La musica è parte della nostra vita siamo tutti innamorati di lei e la corteggiamo in ogni istante.

Facciamo i nomi dei musicisti della Famiglia Loca?
Abbiamo alle tastiere Roberto Marasciuolo, alla batteria Gianluca Porro e alla chitarra Mario Petronzi alla voce trovate me Nico Spadavecchia, alcune volte affiancato da voci femminili.


Ci sono tanti ragazzi/e che sognano di diventare cantanti. Che consigli gli dai?

Questa è una bella domanda. Gestisco da 15 anni circa un accademia musicale "Accademia Orfeo" e qui ho visto passare di tutto.

Siamo un popolo di cantanti "dico io" perchè l'idea di cantare o di mettere fuori dei suoni che siano tali, ci viene facile e spontaneo. I media poi, hanno esasperato tutto questo con programmi televisivi che hanno fatto credere che una persona dal niente può diventare un cantante di successo e tutto è diventato più difficile.

Oggi i bimbi e i ragazzi entrano in accademia, con l'idea di partecipare a "IO canto" o "Amici" o ad altri format, senza nemmeno rendersi conto, che non riescono ad emettere almeno una nota intonata. Per farla breve, sono pochi coloro che riescono a capire che per diventare un cantante, bisogna cantare prima per se stessi, perchè le sensazioni che produce il canto sono uniche, magiche, ti fanno stare bene e se queste poi, le riesci a trasmette all'ascoltatore, con i tuoi suoni, con il tuo colore, con le tue emozioni puoi definirti un cantante.

Dove è possibile rintracciarvi?

Ti telefonerò….rintracciarti non è un problema... siamo anche noi su facebook: "La Famiglia loca". Cliccate e ci potete seguire nelle varie date dei concerti, noi vi aspettiamo! Ah.. ricordatevi di mettere "Mi piace" perchè ci piace!!

...prossimamente lo show

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento