Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

LETTORI - La triste storia del Parco De Bernardis

Quel parco aperto il giorno prima delle elezioni e già abbandonato a se stesso. E' la triste storia del parco Mimmo Bucci al quartiere Libertà; tanto atteso, tanto desiderato e ora abbandonato in primis dal comune stesso. Mancanza di un servizio di pulizia, mancanza di un servizio di cura del verde, mancanza del verde stesso tanto promesso dall'assessore Lacarra ed ora anche preda dei soliti vandali che di notte hanno la strada spianata perchè anche nelle ore notturne quel piccolo cancello resta sempre aperto perchè più nessuno la sera viene a chiuderlo. Come si pretende che i cittadini ne abbiano cura se già si avverte forte il senso di mancanza di rispetto del verde pubblico già da parte delle stesse istituzioni? Un giardino non va solo aperto per le elezioni ma soprattutto mantenuto dal comune e se questo non risulta più possibile, un pò per la crisi, un pò per il famigerato "patto di stabilità", allora occorre trovare una soluzione alternativa come, ad esempio affidare ai cittadini quel che è dei cittadini. Si potrebbe a tal riguardo accordarsi con i responsabili del vicino oratorio "Redentore" perchè siano questi a prendersene cura. Non è un idea malsana ma qualcosa di serio che costituirebbe di per sè una forte campagna di sensibilizzazione al rispetto del bene pubblico.

Assessore Lacarra, SIndaco Emiliano attendiamo fiduciosi le vostre considerazioni perchè dal parco Mimmo Bucci nasca qualcosa di importante per la nostra città.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

LETTORI - La triste storia del Parco De Bernardis

BariToday è in caricamento