Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca

Laboratori analisi, no al taglio delle tariffe Ma la Regione ridurrà i tetti di spesa

Il ministero della Salute blocca la riduzione dei compensi annunciata dal governo regionale, che aveva provocato le proteste dei medici. Ma l'assessore Gentile avverte: "Ridurremo comunque il numero delle prestazioni da acquistare da privati"

Nessun taglio alle tariffe regionali per le prestazioni ambulatoriali: la decisione del Ministero della Salute, comunicata ieri, blocca la riduzione annunciata nei giorni scorsi dalla giunta Vendola, che aveva fatto scattare le proteste dei camici bianchi e la serrata dei laboratori d'analisi pugliesi.

A rendere noto l'orientamento del Ministero è stata ieri la stessa Elena Gentile, assessore alla Salute, la quale ha però sottolineato che la Regione dovrà comunque ridurre i costi legati alle prestazioni ambulatoriali. E così, se non si potrà tagliare sui tariffari, si taglierà sul volume di prestazioni da acquistare dai privati.  “Il Ministero - ha spiegato Gentile - nei fatti ha confermato la necessità di contenere i costi relativi all'erogazione di analisi di laboratorio, esprimendo un orientamento che di fatto conferma l'interpretazione offerta dagli uffici regionali” “Insomma – ha concluso l'assessore - se non è zuppa è pan bagnato: si recuperano le tariffe, ma ci sarà il rischio di dover ritoccare i tetti di spesa attualmente assegnati, proporzionalmente al taglio del 20%”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Laboratori analisi, no al taglio delle tariffe Ma la Regione ridurrà i tetti di spesa

BariToday è in caricamento