menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aule e laboratori poco attrezzati, insorgono gli studenti del Campus. Il rettore: "Interverremo"

Antonio Uricchio ha fatto visita alle strutture in via Orabona, raccogliendo le richieste degli iscritti di Scienze Biologiche e Biotecnologie. Il mese scorso crollò il soffitto in uno degli edifici

Aule non a norma e sovraffollate, laboratori non sufficientemente attrezzati. Sono solo alcuni dei problemi che quotidianamente devono affrontare al campus universitario “E. Quagliariello” gli studenti, in particolare quelli di Scienze Biologiche e Biotecnologie. La situazione delle strutture nell'area è tutt'altro che rosea, basta ricordare l'episodio del crollo del soffitto in un’aula dell’ex Palazzo degli Istituti biologici, avvenuto ad inizio novembre.

La visita del rettore Uricchio

Situazioni critiche denunciate dai rappresentanti degli studenti di Link Bari, che in giornata ha potuto constatare anche il rettore dell'Università degli studi di Bari, Antonio Uricchio, che ha effettuato un sopralluogo al Campus. Gli studenti dei corsi di laurea scientifici hanno consegnato al rettore un documento contenente disagi e richieste da parte dei frequentatori dello spazio in via Orabona.  “È necessario un intervento tempestivo - ha spiegato Alessandro Digregorio, rappresentante degli studenti di Biotecnologie -, che permetta agli studenti di seguire le lezioni in condizioni degne e una programmazione ben precisa e orientata alla ristrutturazione di tutti i plessi e alla creazione di nuovi spazi”.

Il rettore ha rassicurato i ragazzi su una risoluzione del problema sia nel breve che nel lungo periodo. Gli studenti, dal canto loro, promettono di non fermare la protesta finché,  spiegano da Link,

"le condizioni degli spazi non risultino più lesive della dignità di chi ogni giorno vive l’università"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento