Cronaca

Laboratori, incontri e spettacoli: a Bari il meeting del volontariato

Torna l'appuntamento con la tre giorni dedicata alle associazioni che operano nel campo del sociale e del no profit

Parte domani, in Ateneo, la tre giorni del Meeting del Volontariato, con il Pre Meeting dedicato ai bambini della scuola elementare. Nel pomeriggio l’inaugurazione ufficiale della manifestazione, incontri e lo spettacolo teatrale “Cammelli a Barbiana”.


Dalle ore 9,30 – 13,00 il Pre Meeting sarà dedicato ai bambini delle scuole elementari che saranno impegnati in attività laboratoriali a cura delle organizzazioni di volontariato, con
l'animazione dell'Associazione "Boom Feste col Botto" di Bari.
Alle ore 17,30 nell’Aula Magna, si inaugurerà ufficialmente il Meeting con l’incontro di apertura “RelAzioni di gratuità”. Interverranno Antonio Felice Uricchio, rettore dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, S. Em. Card. Francesco Montenegro, presidente della Caritas Italiana Rosa Franco, presidente Centro di Servizio al Volontariato “San Nicola”.

La serata continuerà alle ore 19,30 nella Sala Stifano con l’incontro “I Comuni incontrano il Volontariato”. Amministratori e dirigenti dei Comuni del territorio dialogheranno con gli Enti locali impegnati in azioni di innovazione sociale.

Alle ore 19,30 nel Salone degli Affreschi, si svolgerà l’incontro “Dialoghi a 50 anni dalla Scuola di Don Milani sulla povertà educativa contemporanea” al quale parteciperà Sandra Gesualdi, presidente Comitato scientifico della Fondazione Don Lorenzo Milani di Firenze. Durante l’incontro sarà presentato lo spettacolo teatrale “Cammelli a Barbiana” - Don Lorenzo Milani e la sua scuola. Lo spettacolo andrà in scena successivamente, alle ore 20.45 nel Salone degli Affreschi.

Lo spettacolo di Thalassia – Teatri Abitati “Cammelli a Barbiana. Don Lorenzo Milano e la sua scuola”, per la regia di Fabrizio Saccomanno, è realizzato con la collaborazione della Fondazione Don Lorenzo Milani e del festival Montagne Racconta (Treville, Montagne – TN).
La storia di Lorenzo, prete, maestro e uomo, è scritta a quattro mani da Francesco Niccolini e Luigi D’Elia, al primo spettacolo per il pubblico serale dopo quattro narrazioni premiate tra i migliori lavori del teatro ragazzi italiano degli ultimi anni.
È la storia di una scuola nei boschi, dove si fa lezione tra i prati e lungo i fiumi, senza lavagna, senza banchi, senza primo della classe e soprattutto senza somari né bocciati. Lassù c’è tutto il tempo che serve per aspettare gli ultimi.
“Cammelli a Barbiana” è un racconto a mani nude, senza costumi e senza scena. Un racconto duro, amaro, ma allo stesso tempo intessuto di tenerezza per quel miracolo irripetibile che è stato Barbiana, e con tutta la sorpresa negli occhi di quei ragazzi dimenticati che, un giorno, videro un cammello volare sulle loro teste.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Laboratori, incontri e spettacoli: a Bari il meeting del volontariato

BariToday è in caricamento