Cronaca

Palazzi Lama Balice, sì del gip al dissequestro

Tolti i sigilli al cantiere della Sigma Sud nel complesso di Lama Balice. I 150 appartamenti furono sottoposti a sequestro nel febbraio 2007 ipotizzando violazioni del piano urbanistico territoriale e delle norme a tutela dell'ambiente

Riapre il cantiere della Sigma Sud a Lama Balice. A conclusione di una vicenda giudiziaria iniziata nel 2007, il gip di Bari Antonio Lovecchio ha disposto oggi il dissequestro del complesso residenziale, dopo aver ricevuto ieri il parere favorevole del pm inquirente Francesca Romana Pirrelli, condizionato però al pagamento di una cauzione da parte dei costruttori.

Il complesso di 150 apppartamenti fu sottoposto a sequestro preventivo una prima volta nel febbraio 2007, ipotizzando delle violazioni del piano urbanistico territoriale e delle norme di tutela dell'ambiente. Gli edifici, inoltre, risultavano essere troppo vicini alla strada.

Nel 2009 il cantiere venne dissequestrato su disposizione del gip Jolanda Carrieri con la motivazione che il danno ormai era fatto e che la situazione di degrado ambientale era 'irreversibile'. Una decisione dalla quale scaturì l'appello della Procura e la decisione del Riesame, il 14 giugno 2010, di porre nuovamente i sigilli ai palazzi. Il nuovo provvedimento di dissequestro, disposto oggi dal Gip Antonio Lovecchio, si fonda sull’approvazione della variante del piano regolatore della Città di Bari in conformità al Piano Urbanistico Territoriale Tematico per il Paesaggio (P.U.T.T./P.), adottato dal consiglio comunale il 9 luglio 2010 e approvato dalla Regione Puglia lo scorso 4 agosto.

“Si conclude una lunga e dolorosissima vicenda - ha commentato il sindaco Michele Emiliano - che conferma la mia fiducia assoluta nel sistema giudiziario italiano, che evidentemente ha dentro di sé i presupposti per l’accertamento della verità anche nelle condizioni più difficili, come capitato in questa circostanza. Si trattava di un provvedimento adottato dalla precedente amministrazione, diversa da quella da me guidata, si trattava di un provvedimento che io personalmente non condividevo nel merito e non avrei mai adottato, ciononostante si trattava di un provvedimento legittimo e regolare dal punto di vista amministrativo sin dalla sua origine.

"E' alle 150 famiglie (gli appartamenti all'epoca del primo sequestro erano stati già venduti, ndr), - ha concluso il sindaco - che ho conosciuto direttamente e con le quali quotidianamente ho mantenuto fino a oggi un contatto, che voglio dedicare la mia gioia per questa bella notizia”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palazzi Lama Balice, sì del gip al dissequestro

BariToday è in caricamento