rotate-mobile
Cronaca Bari Vecchia / Largo Angelo Fraccacreta

Largo Fraccacreta, inaugurata la nuova casa dello studente

La residenza universitaria, progettata nel 1952, riapre le sue porte dopo anni di abbandono : potrà ospitare fino a 300 studenti. Il sindaco Decaro: "Una grande opportunità per la città e per il quartiere Libertà"

La Casa dello studente in largo Fraccacreta è finalmente pronta ad accogliere i suoi ospiti. Rimasta chiusa per anni, la residenza universitaria progettata nel 1952 è stata inaugurata questa mattina, al termine dei lavori di ristrutturazione durati all'incirca due anni.

 

Ad inaugurare l'edificio, che tra pochi giorni potrà ospitare circa 300 studenti, tra fuori sede, borsisti e dottorandi, il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, insieme all'assessore regionale al Diritto allo Studio, Alba Sasso, al presidente Adisu, Carlo De Santis, al rettore dell'Università di Bari, Antonio Uricchio, e al sindaco di Bari, Antonio Decaro.

"Oggi – ha commentato Vendola – siamo felici di inaugurare una straordinaria struttura che potrà accogliere trecento studenti fuori sede. Lo facciamo attraverso una Agenzia Regionale per il Diritto allo Studio che è stata ripulita. Dieci anni fa, cinque Enti con cinque Consigli di Amministrazione di dodici membri ciascuno, tutti stipendiati, gestivano il Diritto allo Studio, ma in realtà una parte rilevante delle risorse finiva ad alimentare l’intera struttura burocratica. Noi abbiamo cancellato quei cinque enti e abbiamo costruito un’unica Agenzia regionale per il Diritto allo Studio, recuperando seicentomila euro all’anno che sono diventate borse di studio".

"La nuova casa dello studente - ha sottolineato Decaro - è per Bari una grande opportunità. Oggi, io ricevo in dono dalla Regione la possibilità di modificare socialmente e urbanisticamente la mia città, determinandone uno scenario futuro migliore. Nei prossimi mesi circa 300 studenti, giovani ragazze e ragazzi, abiteranno e vivranno nel centro della città di Bari. Anzi permettetemi di osare, 300 ragazzi vivranno nel quartiere Libertà. Questo per Bari significare liberare energia positiva che non può far altro che fare bene al quartiere e alla mia città".

Soddisfatti anche gli studenti, che però sollecitano le istituzioni ad attivarsi per aumentare ulteriormente il numero dei posti letto disponibili. "Esprimiamo soddisfazione per l’apertura della nuova casa dello studente che offre 300 nuovi posti letto - ha dichiarato Ruggiero Quarto di Link Bari - facendo fronte però solo parzialmente al grande numero di aventi diritto ad un alloggio. Infatti non possiamo fare a meno di evidenziare come gli aventi diritto ad un posto letto nella città di Bari siano più di 5000 ogni anno. Ci si rende conto che questa situazione escluda dal sistema di diritto allo studio centinaia di studenti ogni anno e per questo riteniamo fondamentale un intervento strutturale volto ad incrementare ancora il numero di posti alloggio, garantendo a tutti il soddisfacimento del bisogno di un alloggio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Largo Fraccacreta, inaugurata la nuova casa dello studente

BariToday è in caricamento