menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Municipio I, via libera alla riqualificazione di largo Giordano Bruno

L'intervento, approvato ieri dal Consiglio, completa l'opera di valorizzazione della zona già avviata con i giardini di largo Adua e piazza IV novembre. 270mila l'importo stanziato per i lavori

Via libera del Municipio I alla riqualificazione di largo Giordano Bruno. Il rifacimento della piazza si pone in continuità con gli interventi già effettuati in largo Adua e piazza IV Novembre, e sarà realizzato in base alle linee guida già adottate per la progettazione degli altri giardini che si affacciano sul lungomare di Crollalanza. 

LA RIQUALIFICAZIONE - Il progetto prevede la conservazione e il recupero dell’attuale conformazione delle tre aiuole che costituiscono il giardino, il ripristino delle siepi di pitosforo lungo le aiuole centrali, oltre che della siepe anulare della stessa pianta, elemento caratterizzante del giardino classico. Saranno inoltre piantumati 14 nuovi alberi, tra cui esemplari di carrubo e terebinto. La nuova pavimentazione centrale sarà composta da ghiaino di colore chiaro legato con resine bicomponenti (tipo EDekor Pave System), posato su un sottofondo costituito da un massetto di cemento e rete elettrosaldata. Mentre in sostituzione dei pietrini di cemento dei marciapiedi e dell’asfalto che delimitano il giardino, sarà posato un basolato di pietra calcarea di trani bocciardata con forma e dimensioni variabili.  Infine, il progetto prevede l’installazione di elementi di arredo urbano, come panchine e cestini per i rifiuti, e la realizzazione di un nuovo impianto di illuminazione. L’importo dei lavori, che saranno realizzati con fondi provenienti dalla programmazione 2016-18 destinati al Municipio I, ammonta complessivamente a 270mila euro.

“In continuità con quanto già realizzato con i lavori di riqualificazione dei giardini di largo Adua e di piazza IV Novembre - commenta Micaela Paparella - attraverso questo intervento vogliamo restituire ai cittadini e al patrimonio urbano un luogo storico della città e una piazza attrezzata. In questo modo il nostro lungomare, frequentato dai giovani praticamente tutto l’anno, acquisterebbe maggiore valore secondo le linee programmatiche dell’amministrazione comunale che intende recuperare il rapporto tra i baresi e il mare”. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento