Al lavoro in azienda, ma senza contratto: blitz della Finanza ad Altamura, scoperti 13 dipendenti in nero

Il controllo delle Fiamme Gialle in un'impresa operante nel commercio all'ingrosso di bevande: i lavoratori, impegnati in operazioni di imbottigliamento e magazzinaggio dei prodotti, erano tutti irregolari

Foto di repertorio

Erano al lavoro nell'azienda attiva nella vendita all'ingrosso di bevande alcoliche, impegnati in operazioni di imbottigliamento e magazzinaggio dei prodotti, ma erano tutti completamente 'in nero'. I lavoratori irregolari sono stati scoperti dalla Guardia di Finanza in un'impresa di Altamura.

Le sanzioni per l'imprenditore

Dagli accertamenti effettuati mediante l’utilizzo delle banche dati, le Fiamme Gialle hanno verificato che l’impresa non aveva provveduto ad alcuna preventiva comunicazione dell’instaurazione dei rapporti di lavoro nonché ai connessi adempimenti fiscali e contributivi. Pertanto, i militari operanti hanno proceduto - oltre alla constatazione dei rilievi di natura fiscale - ad accertare le violazioni relative all’impiego di lavoratori senza la preventiva comunicazione da parte del datore, per le quali la normativa di riferimento prevede una sanzione amministrativa che va da 1.800 euro a 10.800 euro per ciascun lavoratore irregolare che non abbia superato, però, i 30 giorni di effettivo impiego. Sanzione, questa, che può raggiungere i 43.200 euro per ciascun lavoratore qualora sia impiegato per oltre 60 giorni di effettivo lavoro. È stata, inoltre, proposta la sospensione dell’attività commerciale, in quanto la manodopera “in nero” è risultata superiore alla soglia percentuale prevista dalla legge per far scattare il provvedimento cautelativo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A seguito della diffida effettuata al rappresentante legale della società a regolarizzare le inosservanze riscontrate, quest’ultimo ha provveduto all’assunzione dei lavoratori già “in nero” con contratto part-time a tempo indeterminato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso un nuovo Dpcm già oggi? Per fermare il contagio covid in arrivo il coprifuoco alle 22

  • Formiche volanti: come scongiurare l'invasione in casa

  • Tre 'mini zone rosse' a Bari vecchia, nell'Umbertino e a Poggiofranco: "No alla movida, controlli già da stasera"

  • Fermare l'aumento dei contagi ed evitare il lockdown, oggi il nuovo dpcm: verso coprifuoco alle 22 e orari scaglionati per le scuole

  • Donna trovata senza vita a Bari: morta dissanguata, in casa c'erano compagno e figlia

  • Zone rosse anti movida, Decaro attacca il governo e il nuovo Dpcm: "Inaccettabile scaricare responsabilità sui sindaci"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento