Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Lavoratori in nero nel capannone "abbandonato", blitz della Finanza a Santeramo

22 gli operai sorpresi all'interno del salottificio, che dall'esterno sembrava essere un disuso, senza alcuna insegna e con il cancello chiuso: un espediente usato dai titolari per poter continuare in nero l'attività produttiva

Dall'esterno sembrava un capannone in disuso: cortile deserto, cancello di accesso sempre chiuso. Nessuna insegna, nessuna scritta pubblicitaria o cartello che segnalasse la presenza della fabbrica. E invece, all'interno di quello che sembrava un edificio abbandonato, si svolgevano a pieno regime le attività di un salottificio.

Quando i militari della Guardia di Finanza hanno fatto irruzione nella fabbrica, infatti, hanno trovato macchinari perfettamente funzionamenti, materie prime e 22 lavoratori, tutti impiegati in nero e sprovvisti di qualsiasi tutela previdenziale ed assistenziale. Alcuni di loro, alla vista dei carabinieri, hanno cercato di sfuggire all’identificazione e ai controlli, tentando, senza riuscirci, di dileguarsi.

Le irregolarità rilevate dalle Fiamme Gialle sono state segnalate ai competenti uffici, mentre sono al vaglio i connessi aspetti fiscali in capo al datore di lavoro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoratori in nero nel capannone "abbandonato", blitz della Finanza a Santeramo

BariToday è in caricamento