Cronaca Via Conte Sabini

Lavori Asse Nord-Sud, Decaro: "Il doppio senso su via Sabini non si può autorizzare"

Alcuni automobilisti chiedono di poter decongestionare la strada permettendo l'attraversamento di via Sabini. Il consigliere delegato alla Mobilità: "E' una strada che serve ai residenti, non può essere trattata come un asse di scorrimento"

Decaro sul cantiere dell'Asse nord-sud

I lavori per la costruzione dell’asse Nord-Sud stanno mettendo a dura prova la pazienza degli automobilisti. Il collo di bottiglia è rappresentato da via Brigata Regina che, specie durante le ore di punta, diventa oggetto di lunghi rallentamenti. Il consigliere delegato alla Mobilità (ora candidato sindaco, ndr) Antonio Decaro ha cercato nei mesi scorsi di trovare le soluzioni migliori per evitare congestionamenti prolungati. Da qui l’idea di eliminare il divieto di transito per le auto nel primo tratto di via Crispi; una scelta che sta dando buoni risultati sulla circolazione.

Su via Brigata Regina, tuttavia, alcuni automobilisti chiedono di consentire la possibilità di tagliare via Sabini per immettersi direttamente su via Crispi, bypassando il semaforo di via Brigata Regina e snellendo il traffico sull’asse stradale che conduce verso il sottopasso di viale Pasteur.

“Non possiamo immaginare questa soluzione, perché andremmo ad intervenire su una strada residenziale, che dovrebbe servire agli abitanti della zona, già sofferenti per la mancanza di sufficienti posto auto liberi”, commenta Decaro. Di fatto basta fermarsi all’angolo della strada per dieci minuti per capire come il divieto di accesso su via Sabini sia trasgredito quasi sempre.

“Il problema è che non possiamo trasformare via Sabini in una strada con le stesse caratteristiche di un asse da scorrimento, oltretutto quella strada è molto stretta e un flusso veicolare accentuato potrebbe anche non reggerlo”, continua Decaro. “Il mio obiettivo è quello di accelerare con i lavori del ponte per aprire un varco in grado di liberare un tratto di via Nazariantz”, prosegue Decaro.

“Il traffico è tutto sommato sostenibile - conclude Decaro -. Ci rendiamo conto che residenti e lavoratori dell’area interessata ai lavori stiano soffrendo della situazione, ma quando l’opera sarà ultimata tutta la città ne avrà sicuro giovamento”.

I lavori per il ponte dell'asse Nord-Sud procedono a buon ritmo già dallo scorso ottobre. La struttura, lunga 626 metri, alta 78, sorretta da un fascio di cavi di acciaio e sviluppato su dieci campate, si sarebbe dovuta inaugurare già nei primi mesi del 2012, ma due perizie di variante (tra cui la sostituzione del materiale dei piloni, da costruire in acciaio e non più in calcestruzzo armato) e una serie di intoppi burocratici hanno rallentato le operazioni.

Una volta ultimato, il ponte permetterà di connettere i quartieri Carrassi, Poggiofranco e Carbonara con il rione Libertà e il lungomare nord di Bari. L’opera si dovrebbe concludere per la fine dell’anno. I cittadini se lo augurano per davvero.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavori Asse Nord-Sud, Decaro: "Il doppio senso su via Sabini non si può autorizzare"

BariToday è in caricamento