menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il porto di Molfetta (immagine di repertorio)

Il porto di Molfetta (immagine di repertorio)

Lavori di completamento della banchina al porto di Molfetta: la Capitaneria blocca la navigazione e le immersioni

In giornata è stata pubblicata un'ordinanza apposita in cui sono indicate le zone interessate dai divieti. I lavori, in partenza lunedì, termineranno a maggio

Al via i lavori di rinnovamento del molo nel porto di Molfetta, che fino al 31 maggio imporranno precisi divieti ai diportisti. Divieti inseriti nell'ordinanza emanata oggi dalla Capitaneria di porto, intitolata 'Nuovo porto commerciale di Molfetta. Lavori di messa in sicurezza delle aree e di completamento del secondo braccio del molo di sopraflutto, della banchina nord-ovest e martello', che permetterà lo svolgimento in sicurezza delle lavorazioni e, al contempo, per tutta la durata delle stesse, di garantire il regolare svolgimento, da parte degli utenti del porto, delle consuete attività lavorative e diportistiche, limitando i rischi potenzialmente derivanti da eventuali interferenze.

I divieti attivi

I lavori, in partenza da lunedì 20 luglio, imporranno quindi il divieto di navigazione, sosta e ancoraggio di natanti di qualsiasi tipologia e specie, nonché ogni altra attività subacquea o di superficie connessa agli usi pubblici del mare nei tratti individuati all'interno dell'ordinanza (in allegato). Nello specchio d'acqua adiacente tale area è invece consentita la navigazione alle unità in transito, la dalla Capitaneria chiedono alcuni accorgimenti: "Mantenere una distanza non minore di 50 metri dai mezzi nautici impegnati nei lavori e prestare grande attenzione alle eventuali segnalazioni provenienti dai medesimi mezzi - si legge nella nota - procedere sempre a lento moto ed in ogni caso a velocità di sicurezza tale da non arrecare danno o costituire pericolo (massimo 3 nodi all’interno degli specchi acquei portuali ed all’imboccatura del porto". Inoltre l'ordinanza impone l’obbligo di sospendere le operazioni in caso di ingresso od uscita dal porto delle navi mercantili, al fine di consentirne il transito, e di adottare, comunque, ogni manovra idonea a salvaguardare la sicurezza della navigazione, sempre sotto il coordinamento della Capitaneria di Porto. Non saranno consentite operazioni diverse da quelle disciplinate dall’ordinanza, comprese le immersioni di subacquei che dovranno essere autorizzate di volta in volta, e regolamentate con apposita ordinanza della Capitaneria di Porto.

Immagine di repertorio

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento