Cronaca Bari Vecchia / Molo Sant'Antonio

Molo Sant'Antonio, box rinnovati ma il degrado resta. Carrieri: "Intervento spot"

Sopralluogo del consigliere comunale di Impegno Civile: nell'area rifiuti, locali chiusi, escrementi e scritte sulla terrazza in mostra da anni

"Si tratta solo di un intervento spot anche perché il Comune non ha alcuna visione su come riqualificare la zona, procedendo senza un obiettivo finale". A pochi giorni dall'inaugurazione dei nuovi box per i pescatori sul Molo Sant'Antonio, il consigliere comunale di Impegno Civile, Giuseppe Carrieri, ha effettuato un sopralluogo nell'area, notando, a due passi dalle rinnovate cabine, il degrado presente attorno all'edificio che ospita altri locali e il belvedere, completamente invaso da scritte, alcune ormai in mostra da anni: "Panchine distrutte - fa notare Carrieri - muri imbrattati, erba altissima, sporcizia ed escrementi ovunque. Trovo tutto questo devastante, eppure si tratta di un luogo perfetto per ospitare un 'fishmarket' degno di una città europea, dove acquistare e degustare il pesce a due passi dal mare, in un ristorantino o sulla terrazza".

Carrieri mette l'accento sull'intervento ultimato proprio a inizio mese: "Sono stati spesi 300mila euro per 15 box, in pratica una ristrutturazione di circa 20mila euro l'uno, una cifra considerevole investita, a mio avviso, senza visione per il futuro. Altri locali a pochi metri sono in disuso. Sarebbe bastato inoltre stanziare alcune migliaia di euro per ripulire la terrazza con una manutenzione ordinaria. Dopo un anno e mezzo - dice Carrieri presentando un'interrogazione al sindaco Decaro in Consiglio comunale - l'amministrazione comunale non ha ancora un'idea precisa sul come restituire al meglio questo spazio ai baresi". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Molo Sant'Antonio, box rinnovati ma il degrado resta. Carrieri: "Intervento spot"

BariToday è in caricamento