Cronaca Madonnella / Piazza Francesco Carabellese

Madonnella, i residenti lanciano l’allarme: “Occorre più sorveglianza”

Procede il restyling della piazza. Ma sul futuro i cittadini chiedono garanzie: "Ora che avremo una piazza nuova, vorremmo che il Comune ci aiuti a proteggerla da teppisti e incivili"

Il cantiere per il restyling di piazza Madonnella / via Positano

Il cantiere è aperto dallo scorso luglio ed ora s’iniziano ad intravedere i primi risultati. Il restyling di piazza Madonnella è partito da via Positano, alle spalle della scuola elementare ‘Balilla’, con la costruzione di un'area destinata a costituire il primo segmento di un'opera di completa pedonalizzazione della piazza.  

A spiegare lo stato dell’arte dei lavori è l’architetto progettista Arturo Cucciolla, che ieri ha incontrato i residenti del quartiere per fare il punto della situazione e mostrare quale sarà il risultato finale dell’opera. Così come previsto dal progetto esecutivo, la piazza rappresenterà un’isola pedonale, meglio dire “abitabile”, dato che il traffico continuerà ad insistere almeno su corso Sonnino e via Valona. L’attuale piazza Carabellese si allargherà fino a congiungersi con via Positano. Attorno a questa nuova isola pedonale verranno piantati filari di alberi intervallati da panchine in legno. Alle spalle del muretto che sostiene il quadro della celebre Madonna si costruiranno dei gradoni dove potersi sedere. Al centro della piazza, spiega Cucciolla, "nel punto dove s’intersecano le tre direttrici che conducono verso il rione Murat, la restante parte del quartiere Madonnella e la zona della città che va oltre la ferrovia", verrà invece montata una fontana. Assente nel progetto, ma promessa ai residenti, è una fontanella potabile. Previsti inoltre dissuasori del traffico, da azionare in occasione dell’entrata e uscita degli alunni della scuola ‘Balilla’. Mentre a terra verrà montato un pavimento con pietra di origine vulcanica proveniente dalle cave di Giarre, in Sicilia.

incontro-2I residenti hanno apprezzato l’impianto generale del progetto, ma non hanno mancato di sollevare alcuni dubbi per ciò che riguarda la successiva manutenzione dell’area. "Ora che abbiamo speso soldi per riqualificare la piazza, vorremmo sapere se ci sarà un piano per salvaguardarla: il Comune ci sta ragionando?", domandano i cittadini al presidente della VII circoscrizione Nichi Muciaccia. "I cassonetti dei rifiuti  - continuano i residenti - dove saranno collocati? I vigili verranno a multare quanti giungono in piazza per far espletare ai loro cani le proprie deiezioni? E contro i teppisti che vengono a sporcare e danneggiare la piazza saranno presi provvedimenti?".

Muciaccia ha tranquillizzato i residenti rispetto alla gestione del problema, anche se non ha fatto mancare parole dure nei confronti dell’Amiu: "Chiederemo un incontro con i vertici dell’azienda anche se in questi mesi non siamo mai riusciti  ad interloquire in modo proficuo; abbiamo richiesto di mettere a regime la raccolta differenziata porta a porta, ma non abbiamo avuto risposte certe sulla tempistica". "Sulle deiezioni dei cani – aggiunge Muciaccia – allerteremo i vigili urbani, ma questo è un problema che riguarda soprattutto l’inciviltà di alcuni abitanti che non hanno a cuore la città".

Perplessità suscita l’assenza di giochi per bambini nel progetto di riqualificazione. Secca la risposta di Cucciolla: “Queste strutture non ci piacciono e almeno noi non le inseriremo". "Abbiamo liberato degli spazi – continua il progettista – se l’amministrazione comunale vorrà, in futuro potrà montarli".

Richiesto il cambio del senso di marcia su via Valona durante i lavori del cantiere: "Stiamo studiando come fare – ha promesso Muciaccia -. Con i vigili urbani sono al vaglio delle ipotesi che non congestionino il traffico in certe zone del rione durante i lavori di riqualificazione. Presto ci saranno novità".

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Madonnella, i residenti lanciano l’allarme: “Occorre più sorveglianza”

BariToday è in caricamento