menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piazza Moro e dintorni, riorganizzazione dei parcheggi: "Più 45 posti auto"

In fase di ultimazione i lavori per la nuova segnaletica stradale: previsti parcheggi a pettine che consentiranno un incremento di luoghi per la sosta. Intervento anche su piazza Umberto

Quarantacinque nuovi posti auto in più, in piazza Moro e dintorni, grazie ai lavori di rifacimento e manutenzione della segnaletica orizzontale e rimodulazione degli spazi per i cassonetti. Sono stati infatti riconvertiti i parcheggi tradizionali in posti 'a pettine', permettendo una maggiore presenza di autovetture. In particolare, gli operai hanno risistemati via Crisanzio nel tratto da via De Cesare e via Suppa, le strade lungo il perimetro di piazza Umberto, via Niccolà Dell'Arca e il prolungamento di piazza Moro e l'incrocio con via Caduti di via Fani. I posti disponibili sono stati quindi incrementati da 102 a 147

“In tutti i tratti sono stati confermati e potenziati anche i posti moto e gli stalli per i cassonetti, sono stati confermati i posti per diversamente abili ed è stata creata anche una speciale corsia su via Crisanzio - ha affermato l’assessore Galasso -. per garantire l'accesso al parcheggio di Piazza Cesare Battisti. Questa soluzione permetterà agli automobilisti un sicuro percorso per l’incolonnamento dei veicoli in attesa dell’ingresso al parcheggio, in occasione dei periodi di particolare afflusso e utilizzo dello stesso, come quello Natalizio. Tutta la riorganizzazione dei parcheggi è stata valutata durante una serie di sopralluoghi condotti con il dirigente del settore Viabilità Laricchia e il comandante della Polizia Municipale Marzulli. Con questi interventi vogliamo ridurre le soste in doppia fila che spesso si concentravano in queste zone, riducendo anche il rischio di sanzioni per gli automobilisti”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento