Cronaca Carrassi / Via Piave

Da Loseto a Sant'Anna, prosegue il potenziamento della fogna bianca. Galasso: "Otto nuovi progetti in approvazione"

L'assessore ha visitato il cantiere su via Piave in mattinata, con 120 metri di tubatura in sostituzione. Gli interventi interesseranno anche la zona di San Marcello e strada Annunziata a Bari vecchia

Da Loseto a San Pasquale, il sistema di fogna bianca cittadino viene potenziato con interventi ad hoc. In settimana sono partiti i lavori in via Piave, dove sta venendo realizzato un nuovo tronco della fognatura di circa 120 metri, che andrà a sostituire le vecchie tubazioni in cui erano state riscontrate numerose criticità. Tra i problemi riscontrati, otturazioni e rotture che "causavano l’ingresso di reflui di fogna nera con conseguenti emissioni di cattivi odori diffusamente percepiti e lamentati dai residenti" ricorda l'assessore Galasso, che questa mattina ha visitato il cantiere insieme alla presidente del quarto Municipio, Grazia Albergo.

01-08-19 oggi sopralluogo ass. Galasso a Loseto per nuovo tronco fogna bianca 4-2

I lavori, che rientrano nell'ambito dell'accordo quadro per l'estensione e la riqualificazione della rete fognaria bianca a Bari, si articolerà in due diversi fasi separate che interessano tronchi stradali diversi, in modo da minimizzare i disagi alla cittadinanza.

I lavori in zona San Marcello, Sant'Anna e Bari vecchia

Nel frattempo la stessa azienda incaricata dei lavori si sposterà, a partire da lunedì 5 agosto, in viale Di Vittorio, nel tratto stradale che interessa la rotatoria di San Marcello fino a parco 2 Giugno dove, con la pausa estiva delle attività universitarie e, quindi, un minore afflusso di automobilisti in transito, saranno cantierizzati i lavori per la realizzazione di ulteriori 130 pozzetti con caditoie lungo entrambi i lati di viale Di Vittorio. Un intervento che permetterà di intercettare l’acqua a monte prima dell’immissione nella rotatoria, riducendo così ulteriormente l’enorme carico d’acqua che, specie in occasione di piogge più intense, rimane sul manto stradale, provocando notevoli disagi ai locali commerciali, agli automobilisti e ai pedoni. Il cantiere andrà avanti per l’intero mese di agosto fino ai primi giorni di settembre e, comunque, fino al termine delle esigenze.

"Per la zona di San Marcello ci accingiamo ad avviare la seconda fase di un progetto ben più ampio - aggiunge Galasso - che in questi anni ci ha permesso di risolvere definitivamente il problema degli allagamenti in via Re David, dove abbiamo realizzato un nuovo tronco fognario di 130 metri, 101 caditoie per il deflusso delle acque e 20 metri di canaline. Così come, con le manutenzioni straordinarie e i due accordi quadro, rispettivamente da 500mila euro e da 1 milione e 100mila euro - quest’ultimo in corso di ultimazione - sono stati eseguiti interventi che ci hanno permesso di risolvere svariate criticità. Per citarne alcuni tra i più rilevanti: via Pansini con la realizzazione di 10 caditoie, sottovia generale Bellomo a Santa Fara con 4 pozzi anidri, 50 caditoie e un impianto di trattamento, sottovia Camillo Rosalba con un pozzo anidro e sottovia Michele Cifarelli con 9 caditoie. A questi si aggiungono circa 38 km di pulizia ed espurghi di condotte e circa 1600 caditoie e tombini completamente disostruiti e riportati a completa funzionalità".

Alcuni degli interventi sulla fognatura stanno interessando in questi giorni anche strada Annunziata nel borgo antico, che permetterà di risolvere un problema di allagamenti segnalato da anno, e  la vasca di laminazione a Sant’Anna che risolveranno non pochi disagi sia dal punto di vista idrogeologico sia dal punto di vista economico e sociale, perché permetteranno di proseguire con il completamento di altre lavorazioni connesse.

Gli interventi futuri

"Nei prossimi anni proseguiremo su questa strada - ricorda l'assessore - visto che la città di Bari, a tutt’oggi, è coperta dalla rete di fogna bianca solo per il 15% dei chilometri delle strade cittadine (circa 170km su 1100). Per il futuro la nostra priorità sarà sicuramente portare a termine i lavori già in corso, avviare i progetti approvati in giunta negli ultimi mesi della precedente consigliatura, come la rete di Santo Spirito e Palese con circa 7,5 km di nuove tubazioni di fogna bianca, 500 caditoie e una vasca di trattamento e accumulo (16 mln di euro) o la rete di viale Kennedy e viale Einaudi con 23 km di nuove tubazioni, 950 caditoie (19,8 mln di euro) e programmare interventi importanti come quello del rifacimento del tronco di fogna bianca del lungomare Vittorio Veneto, sistematicamente interessato da ristagni". La Giunta dovrebbe approvare nelle prossime settimane anche otto progetti preliminari per nuova fogna bianca in città, tra cui il 'Salva Picone' (nuovo collettore di fogna pluviale che ridurrà le portate che confluiscono nelle condotte Picone/Matteotti di circa il 50 per cento), mentre è prossimo all’aggiudicazione il nuovo accordo quadro annuale per la manutenzione della fogna bianca, incrementato a 1.700mila euro.  "Questo dimostra come queste problematiche siano al centro dell’attenzione e dell’azione di governo cittadino dell’amministrazione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Loseto a Sant'Anna, prosegue il potenziamento della fogna bianca. Galasso: "Otto nuovi progetti in approvazione"

BariToday è in caricamento