menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Al via il cantiere per la 'variante ferroviaria sud': "Binari da San Giorgio alla stazione. Japigia e Madonnella si riappropriano del mare"

Il primo cittadino ha fornito dettagli sui lavori da 391 milioni di euro, che termineranno nel 2025. Altri 20 serviranno a rimuovere i binari dai quartieri di Palese e Santo Spirito

Al via i Japigia i lavori del progetto del nodo ferroviario di Bari, che permetterà ai residenti di Japigia e Madonnella di 'riappropriarsi' del loro mare. A presentare questo a altri interventi in città, che rivoluzioneranno la viabilità ferroviaria, è il sindaco di Bari, Antonio Decaro, attraverso una diretta social. All'inaugurazione del cantiere erano presenti anche Paola De Micheli, ministro dei Trasporti, e Michele Emiliano, presidente della Regione Puglia. 

La variante a sud: binario diretto tra San Giorgio e la stazione

"Oggi sono iniziati i lavori da 391 milioni di euro - spiega il primo cittadino - per iniziare questa variante che da San Giorgio arriva in stazione centrale e libera la tratta ferroviaria, dando la possibilità ai due quartieri di realizzare il progetto della cosiddetta Costa Sud". Nel 2025, al termine del cantiere, i binari saranno quindi spostati dalle adiacenze della costa del sud Barese, facendo passare i binari dalla zona di San Giorgio e collegandoli direttamente alla stazione di Bari centrale. "È l'intervento di ricucitura urbanistica e sociale più importante della storia della nostra città" assicura il sindaco . 

Un intervento che completerà il piano della rete ferroviaria metropolitana, "che può già contare sulle linee per il San Paolo e per l’aeroporto, sulla tratta Bari-Bitritto che sarà funzionante a breve dopo i collaudi dell’Agenzia nazionale per le ferrovie, sulle linee delle Ferrovie Sud-Est e Appulo Lucane, su nuove fermate come quella del Villaggio del Lavoratore inaugurata da poco" aggiunge il sindaco.

La variante a nord: via binari e passaggi a livello a Palese e Santo Spirito

Decaro ha mostrato anche il piano generale della modifica dei collegamenti su ferro in città. Il prossimo cantiere in programma è la cosiddetta 'variante a nord': sono stati messi sul pianto 20 milioni di euro per finanziari i lavori preliminari per l'eliminazione dei binari e dei passaggi a livello nelle aree di Palese e Santo Spirito. La ferrovia correrà quindi su una tratta esterna ai quartieri nel nord della città. "Così non solo i due quartieri costieri saranno collegati tra loro ma i treni in transito su Bari potranno finalmente viaggiare a una velocità commerciale maggiore sfruttando la linea dell’alta capacità tra Bari, Napoli e Roma che sta per essere completata" spiega il primo cittadino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento