menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Commercio, l'appello dei sindacati: "No al lavoro nei giorni delle Feste"

Nota congiunta di Cgil-Cisl-UIl che invita i lavoratori dei centri commerciali ad astenersi dall'impiego domani, il 25 e il 26 "se i loro contratti non prevedono prestazioni per quei giorni. Non sottrarre tempo agli affetti"

"Il lavoro festivo non è un obbligo": con questo appello i sindacati del Commercio Filcams Cgil, Fisascat Cisl e UilTUcS della provincia di Bari invitano i lavoratori per i quali contratti non prevedono prestazioni nei giorni 'rossi', ad astenersi dal lavoro. L'appello è particolarmente rivolto agli addetti dei centri commerciali e delle grandi catene di negozi, impegnati nel giorno dell'Immacolata ma anche nel lungo weekend natalizio: "La disponibilità al lavoro festivo è una scelta autonoma di lavoratori e lavoratrici prevista dai contratti collettivi nazionali di lavoro - affermano in una nota congiunta le segreterie provinciali baresi dei tre sindacati - e confermata da recenti sentenze della Cassazione, secondo le quali il datore di lavoro non può imporre al proprio dipendente di lavorare in una giornata festiva e definiscono illegittima l'eventuale sanzione disciplinare e punizione del rifiuto al lavoro festivo, se non vi sia stato preventivamente un assenso di quest'ultimo".

I sindacati invitano quindi allo sciopero nelle giornate di domani, 25 e 26 dicembre. Proprio per l'Immacolata, tutte le principali catene distributive presenti in Puglia hanno annunciato l'apertura dei loro punti vendita: "I tempi di conciliazione tra casa, lavoro e famiglia - proseguono le sigle sindacali -, hanno un valore assoluto, soprattutto nei giorni festivi. E' necessario che tale tempo debba essere sottratto da quella logica di 'consumo' che penetra sempre di più la nostra attuale società". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento