Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Lavoro nero, controlli nelle province di Bari e Bat: sanzionate 44 aziende

Il bilancio dei controlli effettuati dall'inizio dell'anno dai carabinieri in collaborazione con Inps, Inail, Spesal, Asl. Multe per circa 700mila euro. Tra le attività controllate, 43 aziende agricole e 14 esercizi pubblici

Sessanta attività controllate, 166 lavoratori irregolari individuati, 7 persone denunciate all'Autorità giudiziaria, 44 aziende sanzionate per un importo pari a circa 700mila euro. E' il bilancio dei controlli contro il lavoro nero compiuti dall'inizio dell'anno ad oggi dai carabinieri nelle province di Bari e Bat, con la collaborazione della Direzione Territoriale del Lavoro e di Inps, Inail, Spesal e Asl.

Le verifiche hanno riguardato in particolare i settori dell’edilizia, dell’agricoltura e del tessile, e il settore turistico. Tra le attività controllate, 43 sono state le aziende agricole, 14 esercizi pubblici (2 dei quali nel settore turistico) e 5 attività commerciali. In 44 di esse è risultato l’impiego di lavoratori irregolari.

Nella sola giornata di ieri ad Andria, i Carabinieri, unitamente a personale della Direzione Territoriale del Lavoro di Bari, nell’ambito dell’attività volta a contrastare il fenomeno del caporalato e sfruttamento del lavoro, hanno effettuato dei controlli presso 6 aziende agricole del luogo, dedite alla raccolta e lavorazione di ortofrutta, identificando 67 lavoratori, 24 dei quali, appartenenti a 3 aziende, sono risultati irregolari. A carico di 2 di queste ultime, è stato inoltre adottato il provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale, nonché il deferimento in stato di libertà nei confronti dei rispettivi titolari, avendo violato la normativa in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro. Nell’ambito dell’intero servizio, infine, sono state comminate sanzioni pecuniarie pari a circa 90mila euro.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro nero, controlli nelle province di Bari e Bat: sanzionate 44 aziende

BariToday è in caricamento