Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Le guardie ecozoofile della Puglia traggono il bilancio di fine anno tra sequestri e denunce per maltrattamento di animali

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

L’anno volge al termine e le varie Sezioni dell’ANPANA PUGLIA traggono i primi risultati di quest’anno.

La presenza quotidiana delle GEZ in Puglia, ha reso indispensabile la collaborazione con le altre Forze di Polizia che chiedono sempre più interventi diretti su tutto il Territorio Pugliese.

Grazie alla costante presenza sul territorio vengono sempre più scoperti illeciti ed abusi sia a discapito dell'ambiente che degli animali. Stiamo parlando delle Guardie Eco-Zoofile ANPANA LECCE, che grazie alla collaborazione telefonica con la Guardia Costiera di Gallipoli, hanno rinvenuto e sequestrato, due reti da pesca di circa 30 metri, una aggrovigliata sulla riva e l’altra spiegata nell’acqua. Inoltre le GEZ leccesi, hanno sequestrato ad un uomo un meticcio femmina di circa nove mesi che usava per incantare la gente cercando di intenerire i tanti frequentatori della strada, mentre si svolgeva la festa patronale.

L’ANPANA BARI, oltre ai numerosi interventi sui maltrattamenti di animali, recupero di animali feriti, recupero di volatili feriti, hanno effettuato numerosi sequestri di richiami acustici piazzati nelle foreste dai cacciatori. Sono state elevate alcune denunce penali e molteplici sanzioni amministrative, su numerosi Comuni della Provincia di Bari. Sono stati effettuati inoltre, controlli sul corretto conferimento dei rifiuti solidi urbani ed extraurbani con attribuzione diretta di Polizia Giudiziaria e Amministrativa elevando numerose sanzioni amministrative (sanzioni amministrative da 154 euro).

L’ANPANA FOGGIA, invece, oltre ai servizi costanti contro il bracconaggio, sequestrava altrettanto richiami acustici. Le GEZ, dopo una segnalazione di un libero cittadino, si sono recati presso un rivenditore di animali domestici, i quali sono stati costretti a sequestrare n. 29 cani di razza Pincher, Volpino, Spitz e Chihuahua, detenuti in un locale non idoneo dal punto di vista igenico-sanitario.

Soddisfatto per l’operato dei suoi collaboratori, il Comandante Regionale Lorenzo Girardi afferma: "Sono felice per la costante attività che le Guardie Eco-Zoofile ANPANA PUGLIA svolgono su tutto il territorio. Diversi sono stati i casi di maltrattamento denunciati dalla GEZ in Puglia. Bisognerebbe continuare ad educare la gente per un corretto senso civico nei confronti dell’ ambiente in cui viviamo senza però dimenticarci dei nostri amici a quattro zampe.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le guardie ecozoofile della Puglia traggono il bilancio di fine anno tra sequestri e denunce per maltrattamento di animali

BariToday è in caricamento