Le luminarie pugliesi diventano docu-film

Il film documentario, realizzato dall'associazione Oll Muvi, quelli di I Love Molfetta: "Illuminiamo la tradizione", tradotto in "We Light the Tradition" è dedicato alla comunità di emigrati molfettesi nel nord America, si concentra sull'Hoboken Italian Festival the feast of the Madonna dei Martiri, e racconta il progetto di Roberto Pansini, quello di ideare, costruire, comprare, spedire e poi donare per la festa gemmella di Hoboken della Madonna dei Martiri le luminarie pugliesi. Il documentario "We Light the Tradition", ad oggi partecipando a diversi festival cinematografici nel mondo, ne ha vinti due, come "Best Documentary", uno negli States ed una a Barcellona, ricevendo il prestigioso award.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

"We Light the tradition" è il titolo del documentario della durata di 58 minuti, selezionato per la terza edizione "The Gulf of Naples Indipendent Film Festival" che si è aperto nel capoluogo partenopeo. Prodotto dai molfettesi dell'associazione Oll Muvi, riconosciuta dal logo I Love Molfetta famoso in tutto il mondo tra gli emigranti, girato dal regista Riccardo Marino per la Serious Production, è dedicato alla comunità molfettese emigrata nel nord America. "Illuminiamo la tradizione", questo è il titolo in italiano della pellicola, parte da un progetto di Roberto Pansini che è stato affiancato dall'ufficio Pugliesi nel Mondo Regione Puglia, dal Comune di Molfetta, e da molti sostenitori tra cui aziende provati che hanno aderito al crowdfunding. Racconta come è stata ideata, costruita, acquistata, spedita, una luminaria tutta pugliese donata alla festa gemella dedicata alla Madonna dei Martiri di Hoboken nel New Jersey. Una comunità forte di 28mila residenti molto legata alla propria terra d'origine. Il documentario si concentra sulle tradizioni rimaste intatte nei cuori dei molfettesi d'America, legate alla protettrice.

Torna su
BariToday è in caricamento