Cronaca

Morti per legionella al Policlinico: perquisizioni dei Nas, sequestrati computer

Nell'inchiesta della Procura di Bari, che indaga sulla morte di quattro pazienti, sono coinvolti cinque dirigenti dell'azienda ospedaliera barese, che saranno interrogati venerdì

I carabinieri del Nas hanno effettuato alcune perquisizioni nel Policlinico di Bari, nell'ambito dell'inchiesta della Procura di Bari sull'infezione di legionella in alcuni reparti dell'ospedale, che avrebbe provocato la morte di quattro pazienti dal 2018 a oggi. Come riporta l'Ansa, nel corso delle perquisizioni, che hanno riguardato la direzione generale e quelle sanitaria e amministrativa, sono stati sequestrati dei computer per estrarne copia.

Sono stati intanto fissati a venerdì gli intertogatori dei cinque dirigenti dell'ospedale, indagati con le accuse di omissione di atti d'ufficio e morte come conseguenza di altro delitto: si tratta del direttore generale Giovanni Migliore, del direttore sanitario Matilde Carlucci, del direttore amministrativo Tiziana Di Matteo, del responsabile della Sanità pubblica dipartimentale Giuseppe Calabrese e del direttore Area tecnica Claudio Forte, per i quali la Procura ha chiesto l'interdizione. 

L'inchiesta, ha portato nei giorni scorsi al sequestro con facoltà d'uso dei padiglioni Asclepios e Chini, è coordinata dall'aggiunto Alessio Coccioli e dalla pm Grazia Errede. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morti per legionella al Policlinico: perquisizioni dei Nas, sequestrati computer

BariToday è in caricamento