Emergenza Palagiustizia, Decaro scrive al Ministero: "Serve un tavolo d'urgenza in vista dello sgombero"

La nota del primo cittadino arriva a 11 giorni dalla scadenza prefissata per lo sgombero dell'immobile di via Nazariantz, che ha ospitato Tribunale Penale e Procura. Le due soluzioni disponibili, infatti, non sono sufficienti

"Convocate un tavolo d'urgenza sull'edilizia giudiziaria barese". La richiesta, a 11 giorni dalla scadenza dei termini per lo sgombero totale del Palagiustizia di via Nazariantz, arriva dal sindaco di Bari, Antonio Decaro. Destinatario è il Ministero della Giustizia, visto che non c'è ancora una sede definita in cui trasferire gli uffici della Procura e del Tribunale Penale.

La perizia della Procura: "Attenuati i rischi di crollo"

Una situazione che negli scorsi giorni ha messo in allarme anche il procuratore Giuseppe Volpe. In una lettera all'Inail - proprietaria dell'immobile - ha infatti chiesto una proroga dei termini di sgombero del Palagiustizia. Le soluzioni finora disponibili - l'ex sede distaccata di Modugno e un palazzo in via Brigata Regina - non sono infatti sufficienti alle esigenze della giustizia e il rischio che si palesa è quello di interrompere l'attività giudiziaria barese. Nota a cui ha fatto seguito, nelle ultime ore, una lettera con la quale l'Inail non chiede formalmente la proroga ma "chiede al Comune di assumere gli opportuni provvedimenti, precisando che nulla osta in ordine alla richiesta della Procura".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • "Puntiamo alla zona gialla". Decaro: "Con misure meno restrittive per un Natale più sereno"

Torna su
BariToday è in caricamento