rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca Molfetta

Personale negli hub vaccinali in agitazione, il sindaco di Molfetta scrive all'Asl: "Rischio cortocircuito"

Tommaso Minervini in una nota inviata all'Azienda sanitaria locale spiega i rischi dello sciopero legato alla mancata erogazione delle prestazioni aggiuntive e dello straordinario. "Campagna vaccinale potrebbe rallentare" scrive

Rischia di rallentare la campagna vaccinale lo atato di agitazione, causato della mancata erogazione delle prestazioni aggiuntive e dello straordinario legato alle attività connesse all’emergenza Covid, del personale operante all’interno degli hub nel Barese. Di qui la decisione del sindaco di Molfetta, Tommaso Minervini, di scrivere ai vertici della Asl di Bari.

A comunicarlo è in una nota ufficiale il Comune nel Barese, che riprende le parole del primo cittadino: "Questa situazione – scrive - rischia di causare un corto circuito pericolosissimo in questa fase della campagna vaccinale con possibili difficoltà di reperire personale nelle strutture. Specie ora nel momento in cui la Asl di Bari, dando seguito alle nostre richieste, e in linea con le disposizioni nazionali, ha deciso di estendere le aperture dell’hub di Molfetta – continua Minervini - anche al sabato e forse anche alla domenica per tutto il mese di dicembre in concomitanza con l’apertura delle agende a tutti gli over 18".

"Esprimo forte preoccupazione per quanto finora espresso atteso che, a partire dal prossimo 1 dicembre, l’hub di Molfetta perderà un’altra figura cardine della campagna vaccinale, indispensabile per il coordinamento all’interno della struttura vaccinale. Chiedo – conclude il sindaco – un intervento urgente per il mantenimento anzi il potenziamento delle risorse umane dell’hub di Molfetta".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Personale negli hub vaccinali in agitazione, il sindaco di Molfetta scrive all'Asl: "Rischio cortocircuito"

BariToday è in caricamento