Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca Libertà / Corso della Carboneria

Corso della Carboneria, il paradosso della ciclabile: in 50 metri 10 cartelli

Tutto secondo le regole del Codice Stradale: per ogni varco sono previsti due segnali. L'effetto finale è un po' bizzarro. Intanto si attende il completamento della pista, bloccato dal Patto di Stabilità

Dieci segnali in poco più di 50 metri. Se non è un record, poco ci manca. Tutto regolare, s'intende, perchè, i cartelli della pista ciclabile di Corso della Carboneria, seguono le norme di legge. Il paradosso però è evidente.

Inizio e fine della pista, in prossimità delle uscite dei parcheggi posti a lato, oltre che dei varchi pedonali: due cartelli per volta, in fila indiana, a creare un suggestivo quando inedito effetto, quasi artistico, mentre se ne attende il completamento, bloccato (come per molti cantieri baresi) a causa della mancanza di fondi, per via del Patto di Stabilità.

Nell'attesa, la pista non è stata risparmiata dalle forti piogge di queste ore: pozzanghere più o meno grandi ne corredano il percorso, all'ombra della 'selva' di cartelli.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corso della Carboneria, il paradosso della ciclabile: in 50 metri 10 cartelli

BariToday è in caricamento