menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I ragazzi di Radio Panetti premiati durante una competizione scolastica

I ragazzi di Radio Panetti premiati durante una competizione scolastica

Torna a suonare la musica 'mainstream' a Radio Panetti: "Siae ci ha offerto la licenza per un anno"

"Dopo la segnalazione di BariToday - racconta il responsabile del progetto Antonio Curci - siamo stati contattati dal direttore generale Gaetano Blandini"

Radio Panetti torna a trasmettere la musica degli artisti sotto licenza Siae grazie alla generosità dell'istituto che tutela il diritto d'autore in Italia. Termina con un lieto fine la storia raccontata da BariToday, che ha raccolto l'appello del responsabile della webradio dell'istituto Panetti-Pitagora, Antonio Curci. "La notizia ha fatto il giro dell'Italia - spiega Curci -, arrivando anche agli uffici centrali della Siae a Roma. Siamo stati contattati dal direttore generale Gaetano Blandini, che si è offerto di pagare le spese di licenza".

Da una settimana, infatti, i ragazzi che fanno parte del progetto scolastico educativo, non avendo la possibilità di pagare i circa 1000 euro richiesti annualmente, avevano scelto di trasmettere solo la musica sotto licenza 'Creative Commons' - ascoltabile senza pagare la Siae - e di dare spazio alle band locali pur di non negare la musica ai propri ascoltatori. Poi, pochi giorni fa la telefonata chiaritrice e l'offerta da parte del direttore generale. "Nell'articolo - ha spiegato Blandini - il responsabile del progetto sperava nell'arrivo di un finanziatore privato per il progetto educativo. Ecco il privato l’avete trovato. In completa sintonia e rappresentando gli stessi sentimenti del Presidente della Siae Filippo Sugar, noi ci accolleremo le spese della Licenza Siae per un anno e fintanto non si ponga in essere la convenzione con il Miur”.

Le trattative per una convenzione col Miur

La vicenda di Radio Panetti ha infatti riportato l'attenzione su un buco normativo relativo alla gestione delle licenze Siae per i progetti scolastici. "Il problema delle web radio di licei e altri istituti secondari dipende unicamente dal Miur - precisa Blandini -. Premesso che esiste una convenzione per le web radio universitarie, questa non si estende agli istituti scolastici, per i quali è vigente una convenzione datata 1990". All'epoca, infatti, l'idea di una radio che trasmettesse via internet dai locali della scuola non era concepibile - non esistendo ancora la tecnologia adatta - e da allora non è mai stata stipulata una convenzione adeguata. Una situazione che la Siae vorrebbe cambiare: "Abbiamo chiesto un incontro al Miur col ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli - conclude il direttore generale - per rivedere la convenzione, ma ad oggi non siamo stati ancora ricevuti".

Certo, a quel punto rimarrebbe ancora da sistemare la questione della licenza Scf, la società che in Italia gestisce la raccolta e la distribuzione dei compensi dovuti ad artisti e produttori discografici per l’utilizzo in pubblico di musica registrata. Intanto però per un anno 'l'appeal musicale' di Radio Panetti è salvo, con buona pace della docente corresponsabile del progetto Maria Raspatelli: "E’ una bella notizia per i mitici 'Ragazzi di Radio Panetti', non c’è che dire! Resta comunque il loro impegno a divulgare la musica delle band locali, ospitandoli in studio durante le nostre trasmissioni dedicate alla musica dal vivo”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento