menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Call center Transcom, Usb sul piede di guerra: "Saranno licenziati 40 lavoratori, chiediamo un confronto"

Il sindacato ha annunciato l'arrivo dei 'fine rapporto lavoro' per il personale a progetto a Modugno. "Finora solo sanzioni disciplinari e i primi licenziamenti", spiegano

Quaranta lavoratori e lavoratrici interinali a progetto del call center Transcom di Modugno saranno licenziati dalla società svedese. A darne l'annuncio è l'Usb, che sta seguendo la vertenza degli impiegati, che "dopo anni di lavoro precario - spiega in una nota il sindacato - invece di un'assunzione si ritrovano con un licenziamento ben servito".

L'Usb, ricordando che altri lavoratori saranno invece costretti a trasferirsi a Lecce, spiega anche che l'azienda "ha ottenuto e continua ad ottenere contributi pubblici da parte della Regione sotto forma di corsi di formazione ma, allo stesso tempo, non si assume la responsabilità sociale di garantire i livelli occupazionali".

I tentativi di incontrare i vertici della società, come spiegato nella nota, ad oggi sono stati infruttuosi, e l'Usb punta il dito anche contro le organizzazioni sindacali che "anziché avviare un confronto con l'Usb ed i lavoratori ad oggi hanno risposto con sanzioni disciplinari e appunto i primi licenziamenti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento