Limite a 20km/h su via Gentile, automobilisti multati e arrabbiati. La polizia locale: "Presente da tempo, questioni di sicurezza"

Alcune sanzioni elevate nei giorni scorsi sollevano il 'caso' del cartello posizionato in prossimità del Sacrario, ma il comandante Palumbo spiega: "In quel punto scarsa visibilità e accessi laterali, spesso si erano verificati incidenti"

Il cartello posizionato in via Gentile

Il cartello, collocato su via Gentile, indica il limite di 20 km/h. Un breve tratto, in corrispondenza del 'ponticello' nei pressi del Sacrario militare. Proprio in quel punto, nei giorni scorsi, sono fioccate alcune multe, che stanno provocando le proteste dei residenti e di chi quotidianamente percorre quella strada.

Le lamentele degli automobilisti

"Un segnale apparso di recente", riferiscono alcuni lettori segnalando la situazione alla nostra redazione, "Un limite improvviso e assurdo, senza alcuna giustificazione su una strada come via Gentile". E più di qualcuno teme che quel segnale diventi "un'occasione per far cassa" con il telelaser.

La polizia locale: "Limite già presente, legato alla sicurezza"

A rispondere alle rimostranze dei cittadini, è il comandante della Polizia locale, Michele Palumbo, interpellato da BariToday: "Quel limite di 20 km/h fu messo già qualche mese fa in occasione di alcuni lavori in via Gentile - spiega Palumbo - ma riguarda una specifica questione di sicurezza. Il problema è legato alle due strade comunali che escono su via Gentile subito dopo la variazione di pendenza presente in quel tratto, che limita la visuale. Sono strade in cui abitano dei cittadini, frequentate durante il giorno, non semplici strade di campagna, e già in passato si erano verificati incidenti, per cui c'è stata un'ordinanza dell'ufficio traffico".  Il limite di 20 km/h, insomma - sottolinea il comandante - non è nuovo, ma "forse nessuno lo ha mai rispettato". Forse a molti era sfuggito, fino a quando, l'altro giorno, è scattato il controllo di una pattuglia della polizia locale. "Non ci siamo messi lì per fare cassa con il telelaser - commenta Palumbo replicando alle polemiche - Abbiamo effettuato un servizio a campione lì, come accade in ogni altra zona della città". "E va detto - precisa ancora il comandante - che non sono state sanzionate persone che andavano a 30km/h anziché a 20. Quelli che abbiamo sanzionato sono stati due automobilisti che arrivavano a 60-70 km orari, quindi creando una situazione di pericolo. Altri due o tre soggetti sono stati sanzionati per la violazione dell'articolo 148, per aver effettuato il sorpasso dei veicoli che erano in coda e andavano piano superando la linea longitudinale continua".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

  • Investe ciclista sulla ss16 e fugge, arrestata pirata della strada: positiva all'alcol test

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • "Puntiamo alla zona gialla". Decaro: "Con misure meno restrittive per un Natale più sereno"

Torna su
BariToday è in caricamento