Cronaca

Trasporto ferroviario regionale, più treni sulla tratta Mola-Molfetta

Presentato il piano di potenziamento dei collegamenti nell'area metropolitana di Bari. Obiettivo: rispondere alle esigenze di mobilità delle zone a più alta densità abitativa, incoraggiando l'uso del treno rispetto all'auto

Riorganizzare e potenziare il trasporto ferroviario regionale per rispondere alle esigenze di mobilità della popolazione e incoraggiare l'uso del treno rispetto all'automobile. Questo l'obiettivo principale del piano presentato stamattina dall'assessore regionale alla Mobilità Guglielmo Minervini, elaborato in collaborazione con Trenitalia.

“Con questa iniziativa – ha spiegato Minervini – stiamo tentando di dire ai pugliesi che siamo pronti ad offrire una concreta ed efficace alternativa all’uso dell’automobile. Lo facciamo in un’attività estremamente laboriosa di riorganizzazione del servizio, strutturandolo in maniera flessibile: concentrando e potenziando l’offerta dove maggiore è la domanda e riducendo l’offerta inutile dove la domanda è inesistente.”

La sperimentazione nell'area metropolitana di Bari, in particolare sulla linea Mola-Molfetta, che presenta già le caratteristiche tecniche per il potenziamento, partirà lunedì prossimo con l'entrata in vigore del nuovo orario estivo di Trenitalia. La città di Mola verrà servita da 43 collegamenti, a fronte degli attuali 34 in arrivo a Bari e da 42 collegamenti anziché 33 in partenza da Bari, con un incremento complessivo di posti pari a 10.620 circa (+26,5%).
Per la fermata di Bari Santo Spirito l’incremento nell’arco della giornata sarà di nove collegamenti in più con un aumento del 10% dei posti a disposizione. Per Giovinazzo e Molfetta, l’incremento sarà pari rispettivamente al 43% e 44% in direzione Bari e al 44% e 39% in partenza da Bari.

In contemporanea, proseguono le attività di ammodernamento della flotta regionale: ad oggi circa il 70% dei treni pugliesi circolanti è nuovo o ristrutturato e dotato di idonea climatizzazione. Entro il 2011, il programma, inserito nel nuovo Contratto di Servizio, prevede la ristrutturazione di 63 carrozze “piano ribassato” e di 13 “semipilota piano ribassato”.

L’obiettivo, condiviso da Regione e Trenitalia, è rendere il servizio sempre più efficiente e il viaggio in treno coerente alle esigenze di mobilità del territorio, oltre che comodo ed economicamente più conveniente di quello in auto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporto ferroviario regionale, più treni sulla tratta Mola-Molfetta

BariToday è in caricamento