menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Siamo favorevoli al lockdown nel week-end": l'assessore Lopalco appoggia la proposta del Governo

Le parole dell'epidemiologo durante un'intervista televisiva, che fa anche il punto sui vaccini: "Se esiste una possibilità di approvvigionamento di vaccini che sia diverso dal flusso ufficiale è qualcosa che le Regioni stanno valutando"

È favorevole all'idea di un 'mini lockdown' nel week-end, l'assessore regionale alla Salute, Pier Luigi Lopalco, abbracciando una delle opzioni vagliate dal Governo Draghi per limitare l'effetto delle varianti, definendola "una opzione abbastanza intelligente" durante un'intervista all'emittente salentina TeleRama. Sulla possibilita' di acquistare direttamente i vaccini anti covid, l'epidemiologo ha spiegato che "si tratta di agire nei limiti della legalità e opportunità. Il problema e' la disponibilita' dei vaccini perche' chi ha detto di poter avere le dosi si è approvvigionato su un canale non ufficiale, su un mercato parallelo. Quello che stanno facendo Bonaccini e Zaia lo stanno facendo anche le altre Regioni - ha continuato -. Se esiste una possibilità di approvvigionamento di vaccini che sia diverso dal flusso ufficiale è qualcosa che le Regioni stanno valutando. Se è legittimo farlo, noi lo faremo. Se il Ministero della Salute non ha nulla in contrario, se il commissario Arcuri non ha nulla in contrario, è ovvio che noi questa strada la percorriamo, non siamo all'oscuro di questa possibilita'", ha concluso Lopalco. Intanto, secondo gli ultimi dati forniti dalla Regione, sono circa 130mila gli over 80 prenotati per ricevere la dose (dato aggiornato alle ore 18.00).

Variante inglese Covid, Lopalco: "Non ci sono evidenze che sia più grave"

"La zona gialla dopo qualche settimana fa impennare i casi, la zona rossa li riduce. Questo lo abbiamo imparato ma quello che dobbiamo fare adesso e' trovare un sistema che permetta un controllo del virus senza ammazzare l'economia". Durante l'intervista l'assessore ha rimarcato di essere "al lavoro su interventi che non impattino in maniera significativa sulle attività commerciali ma che possano dare un segnale al cittadino di ridurre le occasioni di contagio", per poi spiegare che serve "trovare delle soluzioni che possano far capire al cittadino che deve diminuire drasticamente i contatti sociali".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento