Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca Carbonara / Viale Gennaro Trisorio-Liuzzi

In casa una 'centrale' dello spaccio: sequestrata marijuana, tre arresti

Operazione dei carabinieri tra Loseto e Sannicandro. La scoperta grazie a un controllo stradale: due degli arrestati, fermati in scooter, sono stati trovati in possesso di alcune dosi. Così sono scattate le perquisizioni domiciliari

La droga sequestrata dai carabinieri

Dalle dosi di marijuana nascoste nella borsetta da passeggio, alla droga custodita in casa, insieme a tutto il 'kit' per il confezionamento e al 'libro paga' con la contabilità dell'attività di spaccio.

E' partita da un normale controllo stradale l'operazione che venerdì pomeriggio ha portato i carabinieri della Stazione di Carbonara e del Nucleo Operativo della Compagnia di Bari San Paolo ad arrestare tre persone, sequestrando più di 800 grammi di marijuana e 700 euro, ritenuti provento dell'attività di spaccio.

Durante un servizio di controllo del territorio in via Trisorio Liuzzi, a Carbonara, i militari hanno fermato una coppia - un 37enne barese e la sua fidanzata 42enne di Sannicandro - a bordo di uno scooter. Dal controllo dei documenti, la moto è risultata sprovvista dell'assicurazione, ma l'atteggiamento ansioso della donna ha indotto i militari a pensare che dietro quel nervosismo ci fosse dell'altro. E così, approfondendo i controlli, i carabinieri hanno rinvenuto, nella borsetta che la 42enne aveva con sè, 15 grammi di marijuana.

A quel punto gli accertamenti dei militari sono andati avanti, e si sono spostati nelle abitazioni dei due fermati, nella zona popolare di Loseto e a Sannicandro. Nell'appartamento del 37enne a Loseto sono stati così rinvenuti circa 750 grammi marijuana, nascosta nei comodini della camera da letto, una serie di bustine di cellophane, una bilancia di precisione, due coltelli per il taglio dello stupefacente e la somma di 700 euro in vari tagli. Nel corso della perquisizione, l'uomo ha anche cercato di darsi alla fuga, dileguandosi per le scale nonostante una protesi alla gamba che gli impediva di muoversi agevolmente, ma è stato subito raggiunto e bloccato dai carabinieri.

Nella seconda perquisizione, a Sannicandro, i militari hanno la sorella 35enne del conducente dello scooter, in avanzato stato di gravidanza, anch’essa in possesso di 50 grammi di marijuana custodita nella borsa e in una scatola di scarpe, di una bilancia di precisione e di un libro paga, su cui erano riportate le 'note di  vendita' dello stupefacente.

Dopo gli arresti, in attesa del rito abbreviato, l'uomo è stato sottoposto ai domiciliari e le due donne all'obbligo di dimora.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In casa una 'centrale' dello spaccio: sequestrata marijuana, tre arresti

BariToday è in caricamento