Cronaca

Dalla lotta alla criminalità organizzata al contrasto a furti e spaccio: i numeri di un anno di impegno della Polizia

I dati resi noti dalla Questura di Bari in occasione delle celebrazioni per il 166esimo anniversario della Polizia di Stato. Nel pomeriggio la cerimonia al Castello Svevo

Ci sono le operazioni e gli arresti portati a termine nell'ambito della lotta alla criminalità organizzata, ma anche le attività di contrasto ai reati contro al patrimonio e agli affari illeciti del mondo della droga, insieme all'impegno portato avanti dalla polizia postale. C'è l'impegno della polizia postale nel monitoraggio delle reti internet, con particolare riguardo alla lotta alla pedopornografia, ma anche le attività messe in campo dalla polizia stradale e da quella di frontiera. Numeri e dati, quelli resi noti ogi dalla Questura di Bari, che fotografano un anno di attività (dal 1 aprile 2017 al 31 marzo 2018) della polizia di Stato a Bari. Il resoconto è stato diffuso in occasione delle celebrazioni per il 166 anniversario della polizia, che nel capoluogo pugliese sono state scandite da una cerimonia al Castello Svevo.

Le attività di polizia amministrativa e sociale

Nell'ambito delle autorizzazioni di polizia, 15.509 sono stati passaporti rilasciati, 1.083 i rilasci porto fucile e 1.132 i rinnovi, mentre 177 sono state le proposte di divieto detenzione armi. Per quanto rigaurda le attività di controllo su pubblici esercizi, istituti di vigilanza e di investigazoni, sono state elevate sanzioni amministrative per 24mila 347 euro.

Ufficio immigrazione

Tra i dati relativi attività dell'ufficio immigrazione, sono state 24.339 le istanze di soggiorno esaminate, e 18.309 i permessi rilasciati. 3849 i permess di soggiorno per richiesta asilo politico e 1756 quelli per motivi di protezioner sociale.

Divisione Polizia Anticrimine

Tra le attività dell'Anticrimine, ingenti sono stati i sequestri di sostanze stupefacenti (4.121 chili cocaina, 4.408 eroina, 46.347 hashish, 1.111.185 marijuana). Per quanto riguarda le misure di prevenzione, sono stati sottoposti a sequestro beni per un valore complessivo di circa 2.500.000 euro. Sul versante delle attività di controllo, circa 590 sono stati gli esercizi commerciali controllati e 2.727 le perquisizioni. Numerosi anche i sequestri di armi tra  cui fucili (20), pistole (86), munizioni varie (3.546).

La lotta alla criminalità organizzata

Tra le operazioni di contrasto alla criminalità organizzata, figura l'arresto, a Japigia, nell'aprile 2017, da parte della Squadra Mobile, di tre pregiudicati armati e probabilmente pronti a compiere in agguato, con relativo sequestro di armi. Sempre a Japigia, nel settembre 2017, la scoperta di un arsenale di armi nell'abitazione di due soggetti, padre e figlia, il cui condominio era 'protetto' da telecamere. Ancora, a gennaio 2018 l'arresto di Lorenzo Caldarola, considerato elemento di vertice del clan Strisciuglio. 

Omicidi e tentati omicidi

Tra le indagini portate a termine in questo ultimo anno, quelle per l'omicidio di Antonio Scaglioso, avvenuto a San Pio, e per l'uccisione dell'innocente Anna Rosa Tarantino, l'anziana ammazzata per errore in una sparatoria a Bitonto.

Tratta di esseri umani e traffico di stupefacenti

Conclusa nel 2017 anche l'operazione relativa al favoreggiamento di immigrazione clandestina da parte di quattro cittadini somali, il cui traffico aveva come basi logistiche anche alcuni internet point. Numerose le operazioni  e gli arresti per detenzione e spaccio di stupefacenti, sia nei diversi quartieri baresi che in provincia.

Usura ed estorsione

Tra le operazioni più importanti contro questi reati, l'arresto nel giugno 2017 di presunti affiliati al clan Strisciuglio per estorsioni ai danni di alcuni imprenditori locali. A gennaio 2018 altri due soggetti degli Strisciuglio sono stati arrestati per estorsione ai danni di un imprenditore edile.

Reati contro il patrimonio

Numerose anche le operazioni su fronte del constrasto ai reati contro il patrimonio e in particolare alle rapine. Tra gli arresti, a febbraio 2017, quello di due fratelli accusati di una serie di colpi in stazioni di servizio e negozi tra Giovinazzo a Santo Spirito.

Reparto prevenzione 'Crimine Puglia'

Le attività messe in atto dal reparto hanno riguardato controlli a persone (58.545), 2.221 controlli apersone sottoposte ai domiciliari, controlli in esercizi pubblici (1.165), e ancora controlli su veicoli (785.597) e contravvenzioni al codice della strada (2.050).

Polizia ferroviaria

In un anno di attività, sono stati 2.588 i servizi di vigilanza della Polfer nelle stazioni e 181 quelli di pattugliamento lungo le linee Fs. 21 persone sono state arrestate e 79 deferite all'autorità giudiziaria.

Polizia postale

Tra i numeri dell'attività annula della polizia postale 306 denunce, di cui 140 per reati nel settore ecommerce e 31 per pedofilia, 719 servizi di monitoraggio rete internet contro la pedopornografia online.

Gabinetto interregionale di Polizia Scientifica

487 i sopralluoghi effettuati, 67 indagini balistiche, 763 analisi di sostanze stupefacenti e di matricole abrase.

Polizia stradale

572 in un anno le pattuglie di vigilanza autostradale, 14.008 le contravvenzioni elevate, 75 le persone denunciate in stato di libertà e 198 le autovetture sequestrate.

IX Reparto Mobile e IX Reparto Volo

Per il IX Reparto Mobile, sono stati in tutto 30.142 i servizi di ordine pubblico effettuati. Per il Reparto Volo, 382 le missioni complessive, di cui 192 le missioni operative, 7 quelle di ricerca e soccorso, e 87 di controllo del territorio.

IX Zona Polizia di Frontiera

Per quanto riguarda le attività della polizia di frontiera, 1.221.219 sono stati gli stranieri controllati in porto e 318.454 controllati in aeroporto. 113 gli arresti e 56 le persone denunciate in stato di libertà.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla lotta alla criminalità organizzata al contrasto a furti e spaccio: i numeri di un anno di impegno della Polizia

BariToday è in caricamento