Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Lotta al disagio giovanile, siglata l'intesa in Prefettura

Sottoscritto l'accordo per la prevenzione dei disagi giovanili come bullismo, violenza, dipendenze, che vede la sinergia di enti locali, forze dell'ordine, scuole, Univesità, Asl e associazioni

E' stato siglato questa mattina in Prefettura il protocollo d’intesa per la prevenzione e il contenimento del disagio nell’adolescenza in tutte le sue diverse forme, dal bullismo alla violenza, dall’uso improprio delle tecnologie al fenomeno delle tante dipendenze in aumento.

A sottoscrivere l'accordo il Prefetto di Bari, la Garante Regionale per i diritti del Minore, il Tribunale e la Procura per i Minorenni di Bari, la Provincia e il Comune di Bari, la Questura di Bari, il Comando Provinciale dei Carabinieri, il Dirigente della Polizia Postale, l’Ufficio Scolastico Regionale, l’Università degli Studi di Bari, l’ASL di Bari, l’Azienda Ospedaliera Universitaria Consorziale Policlinico di Bari e il Comitato Nazionale UNICEF.

L’ iniziativa si inserisce nell'ambito del progetto “Benessere a scuola” che ha consentito, nei mesi di maggio e giugno scorsi, la realizzazione di una sessione sperimentale di formazione con 20 presidi delle scuole di ogni ordine e grado della provincia di Bari .

Per il Comune presente l’assessore al Welfare Bottalico, che ha dichiarato:“Oggi, come istituzioni e come adulti, formalizziamo un atto di responsabilità e di cura verso il mondo degli adolescenti. Un impegno importante che si concretizzerà in una rete di interventi e sinergie ciascuno nel suo ambito ma insieme nella tutela dei minori in ambito scolastico”.

Grazie al protocollo nascerà un Comitato di coordinamento, nel quale siederanno i rappresentanti designati dai diversi enti, che sarà chiamato ad individuare i piani operativi per la realizzazione delle finalità dell’accordo e procederà poi al monitoraggio degli interventi attivati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta al disagio giovanile, siglata l'intesa in Prefettura

BariToday è in caricamento