rotate-mobile
Cronaca

Lotta alla prostituzione, vertice in Prefettura: "Azioni di contrasto condivise e sostegno alle vittime"

Incontro con Comune e associazioni anti-tratta impegnate sul territorio. L'assessore al Welfare Bottalico: "Collaborazione tra più soggetti per far fronte ad un fenomeno in forte crescita"

Interventi di contrasto condivisi, con il coinvolgimento di forze dell’ordine, Comune e associazioni anti-tratta, azioni di sensibilizzazione e sostegno alle vittime. Sono queste le direttrici del piano per la lotta al fenomeno della tratta di donne, definite nell'ambito di un incontro che si è tenuto ieri in Prefettura.

La riunione dà seguito al protocollo sottoscritto nei mesi scorsi per la costituzione di una rete di enti pubblici e privati che fornisse strumenti e forme di contrasto allo sfruttamento e alla tratta di esseri umani. Tra le diverse linee di azione esaminate, si è pensato all'individuazione di "prassi condivise che rafforzino i rapporti di collaborazione con gli organi di polizia e stabiliscano modalità di ascolto e dialogo e tutela di persone vittime di tratta ai fini di sfruttamento lavorativo o sessuale". È stata valutata anche la possibilità di avviare un percorso di formazione per circa 100 persone tra operatori sociali, forze dell’ordine e associazioni sia su Bari città, sia sull’area metropolitana, per permettere una maggiore conoscenza del fenomeno e definire procedure di segnalazione e intervento.

"Abbiamo posto le basi operative per la collaborazione tra più soggetti che ci servirà per far fronte ad un fenomeno in forte crescita sul territorio – commenta l'assessore al Welfare del Comune di Bari, Francesca Bottalico -. Fino ad oggi non abbiamo mai voluto utilizzare lo strumento dell’ordinanza perché siamo convinti che spostare il fenomeno da una zona all’altra della città non sia la soluzione e soprattutto non rappresenti una risposta al bisogno di aiuto che spesso le vittime ci lanciano. Le vittime hanno bisogno di aiuto e non di essere punite ulteriormente. Nelle prossime settimane definiremo le azioni congiunte da mettere in campo affinché eventuali operazioni possano trasformarsi in momenti di ascolto e reale opportunità per le vittime che davanti ad una proposta concreta protezione e sostegno decidono di denunciare".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta alla prostituzione, vertice in Prefettura: "Azioni di contrasto condivise e sostegno alle vittime"

BariToday è in caricamento