Cronaca

Un fronte comune contro usura ed estorsioni, a Bari l'incontro Ance-carabinieri

Una delegazione dell'associazione imprenditori edili ospite della sede del Comando Provinciale dei Carabinieri: al centro dell'incontro le strategie comuni da adottare per arginare l'assalto della criminalità che spesso affligge chi fa imnpresa sul territorio

Intensificare la collaborazione, cercare strategie condivise, per costruire un fronte comune contro usura ed estorsioni, fenomeni cui le imprese locali sono purtroppo esposte. Queste le tematiche al centro di un incontro che si è tenuto questa mattina nella sede del Comando provinciale dei carabinieri di Bari.

Il comandante provinciale, Colonnello Rosario Castello, ha ricevuto una delegazione di ANCE Puglia, guidata dal presidente Domenico De Bartolomeo, per illustrare il lavoro svolto dall'Arma nel contrasto ai due fenomeni, che di frequente colpiscono proprio chi opera nel settore delle costruzioni, come testimoniano i due recenti blitz dei carabinieri, che hanno portato all'arresto di esponenti della malavita locale 'specializzati' nel taglieggiare imprenditori edili. Di fondamentale importanza, a questo proposito, sono le denunce degli imprenditori, le cui segnalazioni sono determinanti per consentire alle forze dell'ordine di agire in maniera tempestiva e bloccare l'azione della criminalità organizzata.

Tra le questioni affrontate, anche quella dei collegamenti in videoallarme antirapina, previsti dal Protocollo stipulato tra il Ministero dell’Interno e le principali associazioni di categoria, come possibile soluzione per arginare, appunto, il fenomeno di furti e rapine nelle aziende.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un fronte comune contro usura ed estorsioni, a Bari l'incontro Ance-carabinieri

BariToday è in caricamento