Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Luce tricolore sul palazzo della Provincia, è polemica. Schittulli: "Chi verrà dopo deciderà se spegnerla"

Su Facebook le critiche di quanti la considerano uno spreco. La replica del presidente: "La nostra iniziativa molto apprezzata, chi verrà dopo di me deciderà se spegnerla"

Da più di due anni è lì, ad illuminare con i colori della bandiera italiana il campanile del Palazzo della Provincia sul lungomare. Ma da qualche giorno la luce 'tricolore' adottata dall'ente di via Spalato in occasione 150esimo anniversario dell'Unità d'Italia è finita al centro delle polemiche.

A dare avvio alla discussione è stato il post di un giornalista su Facebook: "Tutti vogliamo bene al Tricolore, però ora basta, no? Ridateci la torre della Provincia com'era", ha commentato postando la foto dell'edificio illuminato con il tricolore. Tanto è bastato a dare il via ad un'animata discussione, con gli utenti divisi tra chi vorrebbe che l'iniziativa fosse mantenuta e chi invece la considera uno spreco o peggio un danno estetico per l'intero lungomare.

Nel dibattitto è intervenuto ieri lo stesso presidente della Provincia Schittulli, che ha scelto la strada del comunicato stampa per replicare alle critiche. "Sono sincero - scrive Schittulli - in un momento economicamente così difficile, pensavo che altri problemi potessero avere un interesse maggiore, soprattutto, per gli intellettuali di questa città". "Mai avrei immaginato che le luci 'tricolore', che richiamano i colori della nostra bandiera e quindi l'Unità dell'Italia, a cui tanto ci sollecita il nostro Presidente della Repubblica, che illuminano la torre della Provincia, potessero addirittura costituire un dibattito su Facebook su favorevoli e contrari".

"Voglio solo ricordare - dice ancora - che l'iniziativa fu assunta più di due anni fa in occasione del 150esimo anniversario dell'Unità d'Italia, nell'ambito delle tante manifestazioni che volevano ribadire e rinnovare lo spirito di quell'essere un unico popolo sotto un'unica bandiera". "Un'iniziativa che è stata apprezzata da molte Istituzioni - aggiunge - come la presidenza della Repubblica, ma anche da tanti comuni cittadini che si sono emozionati e rispolverato uno spirito patriottico, compresi quei croceristi che ripartendo dal porto di Bari hanno visto in lontananza una 'torre italiana'". "Ma chi mi conosce sa che io non faccio, è il caso di dire, battaglie di campanile - conclude - Fra qualche mese io, per legge, dovrò lasciare la presidenza della Provincia, lascio a chi mi sostituirà la decisione di lasciarla così o farla ritornare all'origine: un monumento illuminato 'genericamente' da una luce anonima e senza significato storico".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Luce tricolore sul palazzo della Provincia, è polemica. Schittulli: "Chi verrà dopo deciderà se spegnerla"

BariToday è in caricamento