I lavoratori ex Om protestano in largo Giannella, duro faccia a faccia con il sindaco Decaro

Il sit-in degli operai in concomitanza con l'inaugurazione della ruota panoramica sul lungomare: momenti di tensione all'arrivo del sindaco. La rabbia degli ex dipendenti per il fallimento del progetto dell'auto elettrica

Sit-in di protesta dei lavoratori dell'ex Om Carrelli questo pomeriggio in largo Giannella, in concomitanza con l'inaugurazione della ruota panoramica. Momenti di tensione si sono registrati all'arrivo del sindaco, con un duro faccia a faccia tra il primo cittadino e alcuni operai. Decaro si è poi fermato a parlare a lungo con i manifestanti che hanno chiesto a gran voce di poter tornare a lavorare.

Alla base della contestazione da parte dei lavoratori, il fallimento del progetto di reindustrializzazione che entro dicembre avrebbe dovuto riportarli al lavoro per la produzione di un'auto elettrica, presentato con grande enfasi anche in occasione della Fiera del Levante, ma poi di fatto sfumato. Da ormai sette anni, gli operai dell'OM attendono la soluzione della loro vertenza, che tuttavia finora ha visto solo annunci che non si sono mai tradotti in realtà. A fine mese, inoltre, scadranno gli ammortizzatori sociali e i lavoratori si ritroveranno senza alcun sussidio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ho incontrato una delegazione dei lavoratori in Comune - ha affermato Decaro dopo il faccia a faccia con gli operai -. Prima ho chiamato il ministro dello Sviluppo Economico. Domani ci sarà un incontro alla Regione. Chiederemo delle risposte e ricominceremo a fare la lotta con loro. La situazione non è come sembrava solo due mesi fa. Dobbiamo capire innanzitutto la questione della cassa integrazione.  Bisognerebbe fare una deroga e tenere in piedi l'ammortizzatore sociale. Capisco che tutto sia complicato, sono passati sei anni. L'unità di crisi della Regione ha chiesto di dare una risposta definitiva alla Tua Autoworks. Sembrava risolto tutto definitivamente, avevano anche presentato l'auto in Fiera. Fa male sapere che dopo 2 mesi il fondo che doveva finanziare l'investimento forse si è tirato definitivamente indietro". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali Puglia 2020: i risultati delle liste, preferenze e consiglieri eletti

  • Elezioni Regionali Puglia 2020: i risultati in diretta

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Regionali Puglia 2020, chiusi i seggi nella prima giornata di voto: corsa a otto per la presidenza

  • Regionali Puglia 2020, i risultati: preferenze consiglieri Partito Democratico

  • Verso il nuovo Consiglio regionale, i nomi: Lopalco superstar, boom Paolicelli e Maurodinoia. A destra c'è Zullo, M5S con Laricchia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento