San Cataldo, lungomare nel degrado: panchine rotte e rifiuti abbandonati

Tra sporcizia portata dalle mareggiate, gesti di inciviltà e interventi di manutenzione straordinaria non ancora effettuati dal Comune, la denuncia dell'associazione Sos Città: "Ogni estate si rivive la stessa situazione"

Panchine danneggiate e in alcuni casi inutilizzabili, pali dell'illuminazione pericolanti e rifiuti di ogni genere sparsi qua e là sugli scogli. E' la situazione sul lungomare di San Cataldo, nei pressi della Fiera e di Eataly, segnalata dall'associazione Sos Città. La zona versa in una situazione di incuria e sporcizia, in parte frutto delle mareggiate invernali, ma anche dell'inciviltà di alcuni cittadini e di necessari interventi di pulizia non ancora effettuati dal Comune, nonostante "la stagione estiva sia ormai alle porte".

"Sembra assurdo che a giugno l'intera costa del lungomare Starita sia piena di bottiglie, residui di cibo, sedie, tavoli e rifiuti di vario genere" - critica il Presidente dell'associazione Sos Città, Danilo Cancellaro - "Ma quel che ancora più fa ribrezzo è la mancanza di occhi dell'amministrazione comunale su di un lungomare che molto probabilmente, a causa anche della chiusura del lungomare di San Girolamo, sarà ancor più popolato e vissuto durante la stagione estiva. Non è possibile ad esempio - prosegue - che nella rotonda di fronte Eataly ci siano panchine rotte e divelte, con pali dell'illuminazione pericolanti e con cavi scoperti"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il lungomare di san Cataldo purtroppo rivive questa situazione ogni estate" - denuncia il vicepresidente di Sos Città, nonché ex Presidente dell’VIII Circoscrizione, Dino Tartarino - "Il Sindaco Decaro e l'Assessore all'Ambiente Petruzzelli, sanno bene che quel tratto di lungomare diviene punto di ritrovo per giovani e famiglie durante tutta la giornata. Pertanto, data la fallimentare campagna propagandistica "Bariperbene", potrebbero cercare di dedicarsi a quel che già c'è a Bari, innanzitutto con un intervento straordinario di pulizia della costa e con un intervento di prevenzione attraverso l'installazione di ulteriori cestini portarifiuti (quelli presenti son pochi e pericolanti), nonché con la collocazione di contenitori idonei a raccogliere l'ammontare di rifiuti che quotidianamente viene prodotta dai cittadini!".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali Puglia 2020: i risultati delle liste, preferenze e consiglieri eletti

  • Elezioni Regionali Puglia 2020: i risultati in diretta

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Regionali Puglia 2020, chiusi i seggi nella prima giornata di voto: corsa a otto per la presidenza

  • Chiude dopo più di 20 anni il Disney Store di via Sparano a Bari: a rischio 13 lavoratori, proclamato sciopero

  • Regionali Puglia 2020, i risultati: preferenze consiglieri Partito Democratico

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento