Lungomare Starita, sei mesi dopo le mareggiate il divisorio è ancora distrutto

Il maltempo di ottobre spaccò alcune delle pietre della passeggiata. Ad oggi però il tratto non è stato ancora riqualificato, ma solo parzialmente recintato

I blocchi di cemento sono stati rimossi, ma ancora il lungomare Starita rimane 'sfregiato'. È una brutta cartolina quella che si presenta ai passanti che questa mattina, complice il bel tempo, hanno deciso di fare una passeggiata nell'area a ridosso del Cus: un pezzo della barriera che divide il camminamento dal mare è ancora rimosso, con solo una recinzione arancione a segnalare lo stato dell'area.

Per trovare l'origine di questo sfregio dobbiamo tornare a ottobre scorso, quando le mareggiate frantumarono il tratto di lungomare, lasciando sul pavimento grossi blocchi in pietra. Blocchi rimossi a fine 2017, ma che da allora non sono più stati ricollocati, come testimoniano le foto scattate questa mattina. Per le operazioni di ripristino del divisorio sarà utilizzata una parte dei 20mila euro di fondi comunali disposti per risolvere i danni causati dalle mareggiate. Ma per vedere eliminato lo sfregio, a quanto pare, bisognerà attendere ancora.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • La Puglia 'promossa' da zona arancione a zona gialla (nonostante l'Iss contrario): c'è l'ordinanza del ministro Speranza

  • Nuovo Dpcm: verso lo stop a spostamenti dai Comuni per Natale e Capodanno, dal 21 viaggi tra regioni solo per rientro nella propria residenza

  • Il Dpcm di Conte: la Puglia è arancione (gialla sotto Natale). Si torna a scuola il 7 gennaio. "No non conviventi in casa"

  • L'indice Rt scende sotto l'1 in Puglia e Lopalco risponde ai medici: "Non siamo regione da zona rossa"

  • Investe ciclista sulla ss16 e fugge, arrestata pirata della strada: positiva all'alcol test

Torna su
BariToday è in caricamento