Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca

Mercato Maab Mungivacca, i terreni passano al Comune: "Situazione sbloccata"

Palazzo di Città ha proceduto all'esproprio dell'area, su cui sorge il Mercato Agroalimentare, inaugurato nel 2010 e costato circa 20 milioni di euro, praticamente vuoto da allora

Il Comune di Bari ha perfezionato le operazioni di esproprio dei terreni dell'area Pip di Mungivacca dove sorge il Maab, il mercato ortofrutticolo barese, struttura inaugurata nel 2010, costta circa 20 milioni di euro e ancora desolatamente vuota. L'operazione consentirà l'apertura di 10 dei 16 lotti già assegnati, La Camera di Commercio, socia di maggioranza del Maab, sta verificando la possibilità di delocalizzare, nella struttura di Mungivacca, alcune attività utili agli operatori del settore agroalimentare, come i laboratori specializzati e gli sportelli per visure e dichiarazioni camerali.

E' un primo passo verso il trasferimento completo del Moi dalla struttura di via Caracciolo al Maab. Nei prossimi mesi, in base a quanto previsto dal business plan, dovrebberoe ssere avviate le pratiche per la realizzazione di ulteriori 32 box, realizzando un vero e proprio polo dell'agroalimentare cittadino: "Avevamo preso a cuore il problema - afferma Carla Palone assessore barese al Commercio, sia per dare risposte agli operatori, sia per coloro i quali gli investimenti erano stati fatti. Siamo arrivati al punto di svolta della situazione. Adesso va messo a punto il tutto: cercheremo di attivarlo il prima possibile, almeno per trasferire i primi dieci che avevano effettuato domanda".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercato Maab Mungivacca, i terreni passano al Comune: "Situazione sbloccata"

BariToday è in caricamento