Cronaca

In mare una chiazza marrone, l'allarme dei residenti: "Pericolosa". L'assessore interviene a fugare i dubbi

Da Palese a San Girolamo, in molti nella giornata di Pasqua hanno notato la strana colorazione dell'acqua a riva, temendo un fenomeno di inquinamento. "Si tratta della fioritura di un'alga non pericolosa" ha assicurato Petruzzelli

Una chiazza marrone chiaro in acqua, a pochi centimetri dalla riva. Un fenomeno che non ha mancato di mettere in apprensione i baresi, visto che - soprattutto nella giornata di Pasqua - ha interessato gran parte della aree costiere in città, da Palese a Torre a Mare, passando per San Girolamo e San Giorgio. E nonostante i divieti di uscire di casa, qualcuno si è accorto della 'macchia' in mare, temendo si trattasse di qualcosa di pericoloso per la salute umana.

Dubbi presto fugati anche dall'assessore all'Ambiente, Pietro Petruzzelli: "Il colore è dato - ha ricordato - dalla fioritura di un'alga spontanea che è innocua per l'uomo". Insomma, i bagni sono salvi, peccato però che bisognerà attendere la fine delle restrizioni da Covid-19 prima di potersi concedere un tuffo. Fino ad allora non rimane - per chi ha un balcone affacciato sul mare - che godersi la vista, anche con la nuova colorazione data dalle alghe.

Foto gruppo Fb Vivere a San Girolamo e Fesca

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In mare una chiazza marrone, l'allarme dei residenti: "Pericolosa". L'assessore interviene a fugare i dubbi

BariToday è in caricamento