Cronaca Japigia / Via Caduti del 28 Luglio 1943

Madonnella, ci risiamo: in via Caduti spartitraffico sepolto dalle erbacce

Da un anno nessun intervento di manutenzione e così i cespugli si sono trasformati in covi di rifiuti. Il presidente dell'Amiu: "Pronti a fare la nostra parte una volta che il Comune conclude l'operazione di disserbamento". Petruzzelli: "Allerteremo presto l'ufficio giardini"

Più che uno spartitraffico, una lingua di asfalto ricoperta da cespugli irregolari. Rigogliosi, per niente curati, nati all’interno dei loro alvaretti e poi ricoperti dalle erbacce venute fuori dai marciapiedi, fino a sembrare un tutt’uno con i rifiuti. Sono passati dodici mesi e la situazione è tornata al punto di partenza. Ci troviamo in via Caduti del 28 luglio 1943,  nel quartiere Madonnella, a pochi passi dalla chiesa intitolata a San Sabino. Un anno fa Baritoday raccolse la denuncia dei residenti che lamentarono lo stato di abbandono in cui versava l’isola spartitraffico della strada. Il degrado è a vista d’occhio e fa il paio con il campo attiguo alla strada: un lembo di terra abbandonata al suo destino di area parcheggio abusiva.

Il presidente dell’Amiu, Gianfranco Grandaliano, ha dichiarato che il diserbamento di quell’area è di competenza dell’ufficio giardini del Comune di Bari: “Noi ci occupiamo dei marciapiedi, dell’erba che fuoriesce dalla mattonelle dei marciapiedi ma non di operazioni più complesse come quelle che serve in via Caduti”. “Siamo disponibili – continua - a raccogliere i rifiuti una volta che i tecnici comunali hanno provveduto a ripulire l’area”. Sul caso è stato sentito l’assessore all’Ambiente, Pietro Petruzzelli: “Mi faccio carico di segnalare il caso alla responsabile comunale, teniamo alla cura e alla manutenzione del verde pertanto calendarizzeremo anche questo intervento, ovviamente compatibilmente con gli impegni già assunti dal Comune in altre zona della città”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Madonnella, ci risiamo: in via Caduti spartitraffico sepolto dalle erbacce

BariToday è in caricamento