Cronaca Madonnella / Via Arcivescovo Vaccaro

Madonnella, la sede della circoscrizione è ancora inagibile

Muciaccia: "Abbiamo chiesto al Comune di accelerare i lavori di restauro della scuola 'Guadagni'". Melini: "Non cambierà nulla"

Il palazzo che ospita la sede della Circoscrizione

Via Arcivescovo Vaccaro. Qui, al civico 43, ha sede la circoscrizione Madonnella. Tutto normale se non fosse che la struttura è inagibile. A confermarlo è lo stesso presidente Nichi Muciaccia, alle prese con questo annoso problema fin dal suo primo insediamento: “Stiamo cercando di risolvere la questione, purtroppo siamo in una condizione difficile in termini di sicurezza, penso non solo all’accesso per i diversamente abili, ma anche all’assenza di porte tagliafuoco”.

L’idea principale è quella di trasferire i locali della circoscrizione presso l’ex scuola elementare “Guadagni”, in quel di piazza Balenzano. “Su questo c’è un impegno preciso anche da parte del Comune, che nel piano triennale delle opere pubbliche ha inserito la ristrutturazione dell’intero edificio – continua Muciaccia –. Ho chiesto che si possa procedere ad una esecuzione dei lavori  “a tranche”, in modo da accorciare i tempi di consegna di una prima parte dei locali”.

Per la sede in via Arcivescovo Vaccaro il Comune versa una quota annuale di circa 40mila euro.

Ad incalzare Muciaccia è il capo dell’opposizione Irma Melini: “Oggi abbiamo una sede inadeguata a poter ricevere le persone e il Comune tergiversa come se niente fosse”. “Muciaccia non relaziona nulla al consiglio e preferisce far da solo, quando su questi temi sarebbe auspicabile trovare la più ampia convergenza possibile, vedrete che nel 2013 non riusciranno a trasferire un bel nulla”, conclude Melini.

Tempo addietro si parlò di far traslocare la sede circoscrizionale in alcuni locali della scuola ‘Santarella’, vicino al ponte Garibaldi (meglio conosciuto come “di via Di Vagno”). Un’ipotesi oramai tramontata. “L’accordo è quello di convergere sulla ex scuola ‘Guadagni’, che presto verrà interamente riqualificata – continua Muciaccia - . Diciamo la verità: buona parte degli edifici pubblici sono inagibili e noi non siamo certo i soli a trovarci in questa condizione”. Il suggerimento del consigliere Nicola Battista  è di trasformare il volto della nuova sede circoscrizionale, prevedendo anche l’allestimento di una biblioteca, grazie alla donazione “di centinaia di libri offerti dai residenti”.

Progetti. Speriamo non tanto futuri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Madonnella, la sede della circoscrizione è ancora inagibile

BariToday è in caricamento