menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Madonnella, la statua di Diaz imbrattata da otto mesi

Da maggio il monumento dedicato al generale del Regio Esercito italiano è lasciato al suo destino ed è sempre più ricettacolo di scritte spray

E’ stata oggetto di scritte vandaliche già  otto mesi fa. Baritoday denunciò l’accaduto, ma nessuno ha fatto nulla per ripristinare la situazione. E così, mese dopo mese,  la statua dedicata al generale Armando Diaz è diventata sempre più oggetto delle scorribande di alcuni teppisti.

Una situazione che ricorda da vicino l’ennesimo atto vandalico che ha colpito il leone della Colonna Infame nella Città Vecchia. Nella piazza intitolata al capo di Stato Maggiore del regio esercito durante la prima guerra mondiale, si guarda all’accaduto con un certo sconcerto. Alcuni anziani, assidui frequentatori della panchine dello slargo che sorge davanti alla Rotonda del Lungomare, raccontano: “Una volta vedemmo un paio di ragazzini, potevano avere al massimo tredici anni, che coloravano la statua con alcuni pennarelli; appena ci siamo avvicinati per fermarli sono fuggiti, ma come vede va sempre peggio". In effetti dopo otto mesi sono aumentate le scritte spray sulla colonna che sorregge il busto del generale Diaz.  

Nel 2014 fu imbrattato il busto dedicato a suor Teresa Gimma, nei pressi della Camera di Commercio. Stessa cosa dicasi per il Fortino Sant’Antonio, che ai lati del cancello centrale vide campeggiare alcune scritte. In entrambi i casi l’Amiu è intervenuta con tempestività. Ci auguriamo che nell’elenco degli interventi previsti per 'Bari per Bene', non ci si dimentichi della statua collocata al centro di piazza Diaz, nel cuore del rione Madonnella e al centro di lungomare Nazario Sauro.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento