Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca Madonnella / Ponte Garibaldi

Madonnella, Decaro: "Zsr dopo il Ponte? Forse sì"

Il consigliere delegato alla mobilità incontra i residenti: "I tecnici stanno studiando se si può estendere, fra 15 giorni ne sapremo di più"

La zona a sosta regolamentata deve ancora arrivare, ma dopo il ponte di Via Di Vagno inizia a crescere la paura per quello che succederà una volta che la zsr sarà attivata su tutto il quartiere. Per cercare di affrontare l'argomento e individuare delle soluzioni, il consigliere delegato alla mobilità Antonio Decaro ha deciso di incontrare i residenti della zona presso la parrocchia San Sabino.

"Questo quartiere sta meglio di altri in quanto la percentuale di posti rispetto al numero di automobili è molto più bassa che altrove". Secondo il codice della strada, la tariffazione della sosta può essere attivata solo nelle zone a rilevanza urbanistica e pertanto dopo il ponte di via Di Vagno non si può fare nulla. Ma non tutto è perduto. Ieri, dopo le continue pressioni dei residenti, Decaro ha chiesto ai tecnici del Comune di valutare l'estensione della zona a rilevanza urbanistica fino alla chiesa di San Sabino. Ciò per consentire l'attivazione della zsr da viale Imperatore Traiano in poi.

"Anche in ragione dei poli attrattori di traffico che si riflettono sulla zona, dalla spiaggia di Pane e pomodoro alla presenza di molti uffici pubblici, ho chiesto ai tecnici di verificare quali margini abbiamo per estendere la zona a sosta regolamentata anche al di là del ponte di via Di Vagno; all’inizio di settembre saremo in grado di fornire una risposta precisa".

L’incontro è stato molto partecipato. Molti gli interventi da parte dei residenti: "Tre anni fa - affermano - abbiamo chiesto di non essere abbandonati e di prevedere delle forme di contenimento del traffico, poi abbiamo saputo che saremo esclusi dalla zsr, spero solo che ciò non si avveri altrimenti per noi sarà impossibile parcheggiare". Decaro ha intanto promesso che saranno rimossi i divieti di sosta su corso Trieste e che in alcune di traverse di viale Imperatore Traiano quasi certamente verrà inserito il parcheggio a spina di pesce.

Alcuni cittadini hanno chiesto di controllare la validità dei contrassegni per i disabili. Ma Decaro ha rassicurato: "Esiste una commissione ad hoc che verifica in modo costante la regolarità dei pass richiesti dai diversamente abili, soprattutto per evitare che ci sia un abuso da parte dei possessori". "I dati a nostra disposizione - ha continuato - ci parlano di una contrazione del numero di pass e ciò conferma che il lavoro della commissione su questo tema sia affidabile".

Il parroco di San Sabino, don Angelo Cassano, si è augurato un esito positivo della querelle zsr: “Spero davvero che la zona a sosta regolamentata possa arrivare anche da noi, sarebbe un segnale di attenzione e vicinanza nei confronti di una comunità che si sente trascurata dall’amministrazione comunale per tutta una serie di questioni irrisolte, tra cui l’abbandono del campo di fronte la nostra chiesa e il ritorno della prostituzione nei pressi di Parco Perotti ”.

Parole condivise anche dall’unico rappresentante della VII circoscrizione presente all’incontro, Nicola Battista: “Don Angelo ha ragione da vendere, spero che il Comune dia l’ok alla zsr perché sarebbe impensabile attivarla su tutto il rione, fatta eccezione per questi quattro isolati”. “Questi incontri dovranno essere ripetuti, è ora che si affrontino i problemi di questa zona mettendo attorno al tavolo tutti i soggetti interessati”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Madonnella, Decaro: "Zsr dopo il Ponte? Forse sì"

BariToday è in caricamento