Cronaca

Rifiuti, l'allarme della Procura: "Infiltrazioni criminali nelle società di gestione"

Filone d'inchiesta dei magistrati baresi, Il Procuratore capo Volpe: "L'Autorità nazionale anticorruzione ha segnalato ritardi e inadempimenti da parte di Comuni e Regione"

La Procura di Bari ha avviato indagini per fare luce sull'affidamento degli appalti riguardanti la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti affidati a società dalle amministrazioni locali della regione. A rivelarlo è il procuratore capo del capoluogo pugliese, Giuseppe Volpe, nel corso della presentazione del rapporto 'Ecomafia 2016' nella sede di Legambiente a Bari. Volpe ha affermato come l'Autorità Nazionale Anticorruzione avesse già "segnalato che ci sono stati dei ritardi e degli inadempimenti da parte della Regione e di molte amministrazioni comunali che avevano rinnovato gli appalti per lo smaltimento e la raccolta dei rifiuti. E su questo non posso dirvi nulla che riguardi le indagini" ha poi proseguito. Sul tema è intervenuto anche il sostituto procuratore della Dda di Bari, Renato Nitti: "Il punto di partenza" - ha affermato,  è il "sospetto che vi siano infiltrazioni criminali nelle società che si occupano della gestione dei rifiuti"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, l'allarme della Procura: "Infiltrazioni criminali nelle società di gestione"

BariToday è in caricamento