rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Cronaca

Droga a Bitonto, chieste 43 condanne per presunti affiliati al clan Conte

La richiesta formulata dalla Procura di Bari: gli imputati sono accusati a vario titolo di associazione mafiosa. Chiesta pena di vent'anni per Domenico Conte, ritenuto al vertice dell'organizzazione

Sono 43 le condanne, a pene comprese fra i 20 anni e i due anni e due mesi di reclusione, chieste dalla Procura di Bari nei confronti di altrettanti imputati ritenuti affiliati al presunto clan Conte. Lo riporta l'Ansa. 

Gli imputati, accusati a vario titolo di associazione mafiosa, sono ritenuti componenti e figure di spicco di un'organizzazione finalizzata al compimento di una serie di reati. In particolare, secondo l'accusa, avrebbero creato una fabbrica della droga tra la 'zona 167' e il centro storico della stessa cittadina.

La richiesta di pena più alta - a vent'anni di reclusione - è stata chiesta per Domenico Conte, detto 'Mimm u negr', ritenuto a capo dell'organizzazione. Secondo l'accusa, come riporta sempre l'agenzi di stampa, gli indagati avrebbero costituito, diretto e partecipato a un'associazione denominata clan "Conte", ritenuta propaggine a Bitonto del clan Capriati di Bari, finalizzata alla cessione di cocaina, marijuana e hashish in due distinte piazze di spaccio, una nella zona 167 e una nel centro storico della città. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga a Bitonto, chieste 43 condanne per presunti affiliati al clan Conte

BariToday è in caricamento