Scommesse illegali online, i capi baresi "pronti alla fuga". Ancora ricercato Tommy Parisi

I particolari che emergono dagli atti: i Martiradonna, considerati mente dell'organizzazione, sarebbero stati pronti "ad un periodo di latitanza all'estero". Intanto ancora nessuna traccia del filgio del boss Savinuccio

Sarebbero stati pronti a "intraprendere un periodo di latitanza all'estero" per sfuggire agli arresti, disponendo "anche in paesi extracomunitari, di enormi risorse economiche, abitazioni, aziende, contatti" e "potendo contare su numerosi fiancheggiatori". A scriverlo, riferendosi a Vito Martiradonna e i suoi tre figli, è il gip Giovanni Anglana, che ha disposto gli arresti nell'ambito di un'indagine relativa ad un sistema transnazionale di scommesse illegali on-line.

Al vertice dell'organizzazione ci sarebbero stati proprio i baresi Martiradonna, che avrebbero stretto accordi con gruppi malavitosi in Sicilia, Campania e Calabria. 

Pare che “Vitin l’Enèl” fosse anche in possesso di una carta d’identità in bianco senza fotografia, che - secondo il gip - sarebbe servita a creare una falsa identità per favorirne la fuga all’estero. Martiradonna inoltre avrebbe "creato i presupposti per invocare, in caso vi fosse bisogno, uno stato di infermità" con una "finta malattia" documentata da periodiche visite mediche. 

La costola barese dell'inchiesta ha portato a 22 arresti, ma tra i destinatari dell'ordinanza di custodia cautelare ci sono persone ancora ricercate, come Tommy Parisi, figlio del boss di Japigia Savinuccio. Secondo l'accusa, al cantante neomelodico sarebbero riconducibili alcune delle sale scommesse sequestrate nell'ambito dell'inchiesta.

Intanto in mattinata in carcere a Bari si sono tenuti i primi due interrogatori di garanzia. Dinanzi al gip, Vito e Francesco Martiradonna si sono avvalsi della facoltà di non rispondere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

  • Investe ciclista sulla ss16 e fugge, arrestata pirata della strada: positiva all'alcol test

  • "Puntiamo alla zona gialla". Decaro: "Con misure meno restrittive per un Natale più sereno"

Torna su
BariToday è in caricamento