menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mafia e voto di scambio, nuovo arresto dei carabinieri: in manette altro presunto affiliato ai Di Cosola

L'uomo, il 50enne Giuseppe Coletta, di Gioia del Colle, si era reso irreperibile durante il blitz dello scorso 13 dicembre. Secondo gli investigatori, avrebbe avuto un ruolo di spicco soprattutto nel traffico di droga

Sale a 23 il numero degli arrestati nell'operazione antimafia dei carabinieri che lo scorso 13 dicembre ha colpito il clan Di Cosola.

In carcere è finito il 50enne Giuseppe Coletta, di Gioia del Colle. Irreperibile durante il blitz, era attivamente ricercato, fino a quando ha scelto di 'uscire allo scoperto' consentendo la notifica dell'ordinanza di custodia cautelare.

Secondo quanto sostenuto dagli investigatori, Coletta sarebbe stato i soggetti "maggiormente affidabili affiliati al clan Di Cosola con una delle più elevate cariche mafiose, aveva avuto un importante ruolo nell’ambito della movimentazione di ingenti quantitativi di stupefacente, principalmente in tutta l’area del nord barese, nonché nella custodia di armi da fuoco a disposizione dell’organizzazione. Era in sintesi uno dei più fedeli referenti dell’intero clan".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento