menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Urla, spintoni e schiaffi ai piccoli in classe", sospesa maestra di una scuola materna

L'episodio è avvenuto in un istituto a Bari. La donna è stata interdetta dal pubblico servizio. Fondamentali, oltre alle testimonianze, anche le intercettazioni ambientali

Urla, spintoni, ma anche schiaffi per riportare l'ordine tra i bambini frequentanti una scuola materna di Bari. Sono state le intercettazioni ambientali ad incastrare una maestra, che la Procura ha sospeso dall'esercizio pubblico. Il provvedimento è stato notificato mercoledì scorso dal gip del Tribunale di Bari su richiesta del sostituto procuratore Marcello Quercia, che ha coordinato le indagini. 

A queste si sono aggiunte le testimonianze di genitori e personale scolastico, allertate dalle lamentele dei piccoli negli orari in cui la donna svolgeva il proprio lavoro. "Dalle intercettazioni - scrivono gli inquirenti - emergeva non solo un costante ricorso a grida ed urla spropositate da parte dell’indagata nei confronti dei bambini, nel vano tentativo di riportare ordine, ma il ricorso abituale per i bambini più irrequieti a strattonamenti per il braccio, trascinamenti per la classe, tanto che in alcuni casi la violenta azione portava a sollevarli da terra. Si sono registrati anche episodi di punizione di tipo corporale (costringendo i bambini con forza a stare seduti e talvolta schiaffeggiandoli)".

La donna è stata sospesa per 12 mesi dai pubblici uffici come misura cautelare, vista "l'esigenza cautelare di un pericolo attuale e concreto" per i piccoli e ora attende di essere giudicata dal Tribunale di Bari.   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento